Guide agli acquisti

Come scegliere i migliori integratori di prebiotici: caratteristiche, consigli, classifica bestseller

Pubblicità

Come scegliere i migliori integratori di prebiotici: caratteristiche, consigli, classifica bestseller – I probiotici sono la prima cosa a cui pensano le persone quando si parla di integratori per l’intestino. I probiotici sono ricchi di batteri vivi che danno benefici all’intestino e che popolano la flora del tratto digestivo. Ciò che nutre quei microrganismi sono i prebiotici. I prebiotici, sono una forma di fibra che non è digeribile ed alimenti come ad esempio le banane non mature e l’aglio, sono delle buone fonti di prebiotici. Se il pensiero però di dover mangiare tante banane verdi e aglio crudo non ti piace proprio, puoi fare uso di integratori prebiotici che contengono fibre prebiotiche in grado di aiutare a fare una digestione sana e che hanno ogni sorta di implicazione per aumentare il proprio benessere. Associando un prebiotico a un probiotico, si massimizzeranno i benefici per la salute del probiotico e che vanno da un miglioramento della pelle a un miglioramento del sistema immunitario, fino ad avere un umore migliore. Se vuoi saperne di più sui prebiotici o meglio sugli integratori di prebiotici, ti invito a continuare a leggere questa guida, dove troverai tante utili informazioni, consigli, le caratteristiche più importanti da considerare per riuscire a scegliere i migliori integratori di prebiotici.

Pubblicità

Iniziamo questa guida su come scegliere i migliori integratori di prebiotici spiegando come questi funzionano in poche righe. I prebiotici alimentano i batteri che offrono benefici al nostro organismo come i bifidobatteri e il lattobacillo. Essendo una fibra non digeribile, i prebiotici che troviamo presenti negli alimenti e negli integratori, attraversano il tratto digestivo fino a quando non viene raggiunto il colon. Qui, i microrganismi fermentano la fibra prebiotica, trasformandola in una fonte di cibo e avvantaggiando così il corpo in diversi modi.

Ma quali sono i più importanti vantaggi che si possono avere nel scegliere i migliori integratori di prebiotici? La salute dell’intestino è un argomento caldo in quanto sono state fatte più scoperte sull’importanza del microbioma intestinale per il funzionamento generale del corpo. I prebiotici svolgono un ruolo co-protagonista nei probiotici. Ecco di seguito i maggiori vantaggi:

  • Miglioramento della digestione: con l’aumento dei batteri buono, che creano benefici all’intestino, i prebiotici aiutano a inibire la crescita dei batteri cattivi che, se eccessivi, potrebbero portare invece ad esempio alla candida (lievito), potrebbero portare a gonfiori a causa dell’eccesso di gas, indigestione, reflusso acido ecc.. Per risolvere o prevenire questi problemi digestivi causati dai batteri cattivi e per riuscire a mantenere il corretto equilibrio dei batteri, ci si può aiutare con un prebiotico per mantenere tutto sotto controllo
  • Assorbimento di nutrienti: i probiotici aiutano ad aumentare l’assorbimento da parte del nostro organismo di nutrienti e minerali (come il calcio), inoltre ti informo che i prebiotici sono necessari per poter sopravvivere. Se i nutrienti vengono assorbiti in maniera efficiente, si possono ottenere delle ossa più sane, un miglioramento del sistema immunitario, inoltre cosa non da poco, possono migliorare i livelli di umore ed energia. Altri benefici che si possono avere sono una pelle più chiara, meno infezioni causate da lieviti, riduzione delle allergie ed eczema e un certo miglioramento del sonno
  • Maggiore protezione immunitaria: si sempre più dire, specie negli ultimi anni, che l’intestino è la sede del sistema immunitario. Studi specifici, hanno dimostrato che l’assunzione di alimenti che contengono prebiotici, modificano la composizione intestinale migliorandone l’immunità. Il corpo umano, necessita di batteri sani per potersi proteggere da virus e agenti patogeni
  • Perdita di peso: la fibra aiuta il nostro corpo a diminuire di peso, quindi aiuta a dimagrire, questo perchè la fibra è lenta da digerire e aiuta a dare la sensazione di sentirsi più pieni. I prebiotici possono sopprimere anche la grelina, ovvero “l’ormone dell’appetito”
  • Regolarità intestinale: i prebiotici come abbiamo già detto sono essenzialmente fibre e aiutano a mantenere regolare l’attività intestinale. I prebiotici, forniscono un modo per avere una pulizia e disintossicazione intestinale del colon in modo naturale

Continuiamo ora questa guida su come scegliere i migliori integratori di prebiotici con i vari tipi di prebiotici da considerare. Questi si presentano infatti in varie forme:

  • Prebiotici in polvere: la polvere prebiotica è adatta a chi ha intenzione di aggiungere l’integratore ad esempio a un frullato da bere in mattinata. In genere le polveri prebiotiche sono insipide (anche se comunque non mancano le polveri aromatizzate) e aiutano a mantenere la digestione regolare per tutta la giornata. Durante il giorno, si potrebbe aggiungere la polvere prebiotica a qualsiasi bevanda da assumere al momento della giornata che si ritiene più opportuno
  • Capsule: sono la forma più comune di integratori prebiotici. Diversamente dalla maggior parte dei probiotici, le capsule prebiotiche non hanno bisogno di essere refrigerate. In genere il dosaggio è di una capsula da assumere ogni giorno
  • Perle: queste eliminano il rivestimento esterno di capsule di cellulosa o gelatina e di solito sono più facili da deglutire
  • Prebiotici in gomma: sono consigliate a chi non sopporta o non riesce ad assumere le capsule da deglutire. Specie i bambini adorano questa loro forma di assunzione, ma anche i più grandi sono abbastanza inclini a masticare le gomme di prebiotici. Spesso queste gomme sono vendute senza dolcificanti a base di zuccheri
  • I sinbiotici: combinano probiotici e prebiotici nella stessa capsula. Questa combinazione massimizza i benefici di entrambi

Vediamo infine come scegliere i migliori integratori di prebiotici vedendo quali sono le loro caratteristiche più importanti e alcuni consigli:

  • In alcuni prebiotici a base vegetale, possiamo trovare degli ingredienti biologici. Questo ingrediente biologico però ha un prezzo da pagare, ma per molte persone, il costo più elevato viene affrontato senza problemi in quanto a loro parere vale la spesa fatta
  • Nei prebiotici un ingrediente comune che possiamo trovare è l’inulina. Questa non è altro che una fibra vegetale che trova la sua derivazione dalla radice di cicoria, una fonte alimentare tipicamente ricca di prebiotici
  • A migliorare gli integratori prebiotici possiamo trovare l’aggiunta di vitamine. Ad esempio, le vitamine del gruppo B forniscono un ulteriore apporto energetico e le vitamine C e le vitamine E possono aiutare a migliorare la pelle
  • Con gli integratori di prebiotici si possono trovare anche erbe in aggiunta, tra cui lo zenzero e la curcuma che possono aiutare nella riduzione del gonfiore e aiutare la fase digestiva.  La maca e le bacche di goji possono aiutare a fornire una sferzata di energia naturale, anche se questi ingredienti in genere tendono ad essere inclusi per di più negli integratori di fascia più alta e più costosi

Ecco poi alcuni consigli che ti potrebbero essere d’aiuto:

  • Rivolgiti sempre a un medico prima di assumere un prebiotico
  • Chi già assume dei probiotici, potrebbe aggiungere l’assunzione di prebiotici al proprio regime per ottimizzare la terapia probiotica
  • Se vuoi evitare la comparsa di effetti collaterali negativi, come ad esempio gonfiore, dolore addominale o diarrea a causa del processo di fermentazione nell’intestino, potresti iniziare ad assumere gli integratori di prebiotici con un dosaggio inferiore a quello consigliato, per poi aumentarlo fino al dosaggio raccomandato
  • Possibilmente cerca dei i prebiotici che provengono da fonti biologiche
  • Quando si assumono gli antibiotici, vengono ridotti i livelli sani di batteri. L’integrazione di un integratore prebiotico e un probiotico durante un ciclo di antibiotici, aiuterà a ripristinare i livelli giusti di batteri. Il suggerimento è quello di assumere sempre gli integratori prebiotici e probiotici a distanza di due o tre ore dal momento in cui sono stati presi gli antibiotici
  • Durante l’assunzione di prebiotici, sii dovrebbe restare sempre idratati per evitare la costipazione

Siamo arrivati alla conclusione di questa guida agli acquisti e se hai intenzione di scegliere i migliori integratori di prebiotici ma non sai da quali negozi affidabili acquistare, i loro prezzi o i modelli più apprezzati e ricercati, ti consiglio di partire con la tua ricerca dalla nostra classifica bestseller che trovi qui sotto. La lista dei migliori integratori di prebiotici più venduti è sempre in continuo aggiornamento in base ai prodotti più acquistati e ricercati dagli utenti e al suo interno troverai le loro descrizioni tecniche, potrai visualizzare i loro prezzi e accedere alle utilissime recensioni rilasciate dagli utenti dopo che hanno fatto la prova dell’unità acquistata.

*Prezzo su Amazon.it dal 17-09-2021 07:37 CET Dettagli * I prezzi dei prodotti e la disponibilità sono aggiornati alla data/ora indicata e sono soggetti a modifica. Qualsiasi informazione di prezzi e disponibilità visualizzata su Amazon.it al momento dell'acquisto si applicherà alla vendita di questo prodotto.

Pubblicità

Questo sito Web utilizza i cookie, inclusi quelli di profilazione e di terze parti, per poter raccogliere informazioni sulla tua visita, migliorare la tua esperienza di navigazione e per mostrarti annunci pertinenti con i tuoi interessi. Consulta la nostra pagina Privacy & Cookie Policy per poter accedere a maggiori informazioni. Per accettare tutti i cookie e avere la miglior esperienza di navigazione possibile nelle pagine di questo sito, fai clic sul pulsante "Accetta i cookie", scorri la pagina proseguendo la navigazione o clicca in un qualsiasi contenuto per accedervi. In qualsiasi momento potrai revocare e modificare il tuo consenso ai cookie attraverso il link "Reset Cookie" che trovi in fondo a ogni pagina.

Imposta quali cookie vuoi consentire o bloccare

Visitando questo sito web, potrebbero venire memorizzati o recuperate delle informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookie. Queste informazioni potrebbero riguardare te, le tue preferenze o il dispositivo con cui hai avuto accesso e vengono utilizzate principalmente per far funzionare il sito nella maniera corretta. Le informazioni rilevate attraverso i cookie non sono in grado di identificarti direttamente, ma servono per offrirti un'esperienza web più adatta al tuo profilo utente. Poiché rispettiamo il tuo diritto alla privacy, puoi scegliere dal pannello che troverai di seguito di non consentire alcuni tipi di cookie o solo alcuni di essi. Usa l'interruttore di fianco a ogni categoria di cookie per gestire le tue preferenze, usa però questa funzione con molta attenzione, infatti, tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire negativamente sulla tua esperienza sul sito e sui servizi che siamo in grado di offrire. Se vuoi che il sito in questione possa offrirti il massimo per quanto riguarda i suoi contenuti, dovresti accettare tutti i cookie, diversamente l'esperienza utente potrebbe peggiorare. Nel caso dovessi ripensarci, nel caso avessi impostato male la tua decisione su quali cookie rifiutare su questo sito, in qualsiasi momento potrai cambiare la tua scelta premendo sul link "Reset Cookie" che trovi a fondo pagina. La durata dei cookie è di 365 giorni a partire dal momento in cui vengono accettati dall'utente.

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire o rifiutare su questo sito web e una volta fatta la tua scelta, clicca sul pulsante "Salva le impostazioni sui cookie" per rendere effettiva la tua decisione.

FunzionaliIl nostro sito web utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per far funzionare il nostro sito web.

AnaliticiIl nostro sito Web utilizza cookie analitici per consentire di analizzare il nostro sito Web e ottimizzarlo allo scopo di migliorarne l'usabilità. Le visite tracciate sono anonime.

Social mediaIl nostro sito Web inserisce cookie di social media per mostrarti contenuti di terze parti come YouTube e FaceBook. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

Ads PersonalizzatiIl nostro sito web inserisce cookie pubblicitari per mostrarti pubblicità di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltroIl nostro sito web inserisce cookie di terze parti da altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.