Device

Recensione ZTE Axon Mini

Recensione ZTE Axon Mini

8.6

Qualità dei componenti

8.5/10

Caratteristiche

8.5/10

Prezzo

9.0/10

Prestazioni

8.5/10

Pro

  • Display
  • Autonomia della batteria
  • Buona fotocamera
  • Materiali
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo

Contro

  • Batteria non removibile

L’azienda ZTE si fa sempre più spazio nel mondo degli smartphone, presentando dei dispositivi sempre più accattivanti e dalle caratteristiche molto interessanti. Oggi parliamo del ZTE Axon Mini, un dispositivo con Qualcomm Snapdragon 616 Octa-Core da 1.5GHz, display da 5.2 pollici, FullHD e dotato di tecnologia Amoled, sensore di impronte digitali, force touch, batteria da 2800 Mah e 3 Gb di Ram, il tutto in uno spessore e peso molto ridotto che consentono di portare appresso questo smartphone senza la sensazione di avere un mattone in tasca.

Link Sponsorizzati

Ma vediamo meglio le caratteristiche di questo dispositivo più nel dettaglio.

Recensione ZTE Axon Mini: unboxing

All’interno della confezione contenente il ZTE Axon Mini troviamo un paio di cuffie in-ear, un caricabatteria rapido che supporta il Quick Charge 2.0 da 5V/1.5 A,  un cavetto USB/Micro USB 2.0, una cover protettiva.

Recensione ZTE Axon Mini: prendiamo in mano il dispositivo

Il dispositivo ha dimensioni 143.5 x 70 x 7.9 mm per un peso di soli 140 g. Frontalmente troviamo il display con tecnologia Amoled da 5.2 pollici, fotocamera da 8 Megapixel,  la capsula auricolare, l’altoparlante. Sul lato sinistro trovano spazio i pulsanti per il volume, nel lato superiore c’è il jack per le cuffie da 3.5 mm, mentre sulla destra il tasto accensione e slot scheda Nano Sim e Sd. Sulla parte inferiore dello smartphone c’è la presa per la ricarica rapida. Il posteriore del dispositivo è costituito da una cover in alluminio dove sono alloggiate la fotocamera da 13 Megapixel con doppio flash led e il rapido e preciso lettore di impronte digitali.

Recensione ZTE Axon Mini 1Recensione ZTE Axon Mini 3  Recensione ZTE Axon Mini 2

Recensione ZTE Axon Mini: display

Il display da 5.2 pollici Amoled con risoluzione Full HD 1920 x 1080 è protetto da un vetro 2.5d con trattamento oleofobico e regala dei colori veramente ottimi, abbinato a una ottima luminosità che rendono lo schermo sempre ben visibile da qualsiasi angolazione e luce diretta. I colori sono sempre brillanti e il nero è assoluto sotto qualsiasi angolazione.

Recensione ZTE Axon Mini 4

Recensione ZTE Axon Mini: hardware

Il ZTE Axon Mini, monta un processore Qualcomm Snapdragon 616 octa core Quad-core 1.5 GHz Cortex-A53 + Quad-core 1.2 GHz Cortex-A53, accoppiato a una GPU Adreno 405 e 3 GB di RAM.  Lo spazio di archiviazione comprende 32 GB di memoria interna, espandibile tramite micro SD sino a 128 GB. La connessione è di tipo dual Sim 4G LTE, ma in caso di utilizzo della scheda SD, questa va montata al posto di una scheda Sim.

Recensione ZTE Axon Mini: fotocamera

La fotocamera posteriore da 13 Megapixel è dotata di doppio flash led e obbiettivo f2.0 non stabilizzato e riesce a realizzare fotografie di buon livello in diurna, mentre in notturna le foto diventano più rumorose e meno dettagliate. La fotocamera frontale da 8 Megapixel, funziona egregiamente per l’uso che se ne deve fare e realizza ottimi selfie.

Recensione ZTE Axon Mini: software

Il ZTE Axon Mini, monta l’interfaccia MiFavor 3.2.0, basata su Android Lollipop 5.1.1, con cui si riesce a controllare il dispositivo in maniera facile e intuitiva e con cui è possibile attivare alcune delle funzioni più interessanti di questo smartphone che riguardano la sicurezza, come lo sblocco tramite scansione oculare e l’impronta vocale. La scansione oculare, che non va confusa con la scansione dell’iride, scannerizza tramite fotocamera frontale la distanza oculare, il colore dell’occhio e le sopracciglia ed è una funzione che si può attivare per evitare l’accesso alle applicazioni e file selezionati dall’app MiAssistant. L’impronta vocale invece è uno sblocco alternativo all’impronta digitale e serve per sbloccare lo smartphone dalla schermata lockscreen riconoscendo il tono di voce. Interessante la funzione force touch presente sulle impostazioni, con cui una volta tarata, regolando la pressione del dito, si può accedere a nuove funzioni secondarie. La MiFavor 3.2.0 si comporta molto bene durante l’utilizzo, anche se si potrebbe avere a seconda della versione installata del firmware qualche problema di traduzione in italiana non perfetta o piccolo impuntamento in situazioni di stress, piccoli bug che comunque si sono risolti tramite upgrade.

Recensione ZTE Axon Mini: autonomia

La batteria da 2800 Mah non estraibile, riesce con un uso non intenso a dare un’autonomia di 2 giorni al dispositivo, ma in uso normale, navigando e giocando, si riescono a fare circa 4 ore, 4 ore e mezzo di schermo acceso, quindi si riesce ad arrivare a fine serata senza particolari problemi se non si stressa in particolar modo lo smartphone. Ad aumentare poi la durata della batteria c’è il risparmio energetico, che ovviamente limita l’esperienza d’uso, ma in alcune condizioni, è una funzione che permette di non rimanere a secco con la batteria.

Recensione ZTE Axon Mini: conclusioni

Il ZTE Axon Mini, riesce a posizionarsi nella fascia media con un ottimo rapporto qualità/prezzo, utilizzando ottimi materiali e affidandosi a un design elegante e funzionale. Ha un ottimo display Amoled, una memoria Rom già molto elevata da 32 Gb, espandibile a sua volta tramite micro SD sino a 128 Gb, dual sim 4G e un buon hardware e fotocamera che regala scatti più che buoni. Ottima la sicurezza con il sensore di impronte digitali, lo sblocco tramite scanner oculare e vocale. Il ZTE Axon Mini è un ottimo smartphone di fascia media, consigliato a chi vuole avere delle caratteristiche di tutto rispetto, senza per forza spendere cifre troppo importanti.

Link Sponsorizzati