Recensione Honor 8

8.7

Display

8.5/10

Hardware

8.5/10

Fotocamera

8.5/10

Materiali

9.0/10

Autonomia

9.0/10

Pro

  • Autonomia
  • Qualità costruttiva
  • Ricarica rapida
  • Buon display
  • Qualità fotografica

Contro

  • Luminosità automatica tarata male
  • Batteria non removibile

Dopo la presentazione nel mercato asiatico, l’Honor 8 arriva anche in Europa e a quanto pare ha tutte le carte in regola per diventare uno dei device più desiderati dagli utenti Android grazie al suo rapporto di alta qualità e prezzo.

Link Sponsorizzati

Il design dell’Honor 8 a primo impatto colpisce per il fattore estetico, e dimostra linee molto ricercate ed eleganti rispetto ai suoi predecessori, ma fortunatamente l’Honor 8 non è solo fumo, ma anche tanto arrosto, infatti oltre all’estetica accattivante prende anche parte dell’hardware del Huawei P9, da cui varia principalmente per il processore, ma se vuoi saperne di più, continua a leggere.

Recensione Honor 8: unboxing

All’interno della confezione che contiene l’Honor 8, sono presenti:

  • Le cuffie auricolari
  • Un alimentatore da muro con ricarica rapida da 9v/2A e cavo Type-C
  • Una spilla per estrarre il carrellino della SIM
Recensione Honor 8: prendiamo in mano il dispositivo

L’Honor 8 ha dimensioni 145.5 x 71 x 7.45 mm e ha un peso di 153g, quindi se confrontato ad altri smartphone che stanno uscendo ultimamente risulta abbastanza compatto e comodo da usare anche con una sola mano.

Frontalmente a primo impatto, l’Honor 8 sembra la fotocopia del Huawei P9, da cui si differenzia solo per qualche piccolo dettaglio. Anteriormente oltre al display con curvatura ai lati da 2.5 D sono stati posizionati la fotocamera, il sensore di luminosità e prossimità, la capsula altoparlante al cui interno è stato messo il LED di notifica.

Recensione Honor 8 fronte

Sul lato destro è presente il tasto Power di accensione e spegnimento e il bilanciere per regolare il volume.

Recensione Honor 8 lato sinistro

Sul lato sinistro è stato alloggiato il carrellino che può ospitare due Sim, oppure può essere utilizzata una Nano Sim ed una Micro SD con capacità massima di 128 GB.

Recensione Honor 8 lato destro

Sul lato inferiore del dispositivo, troviamo lo speaker, la porta USB Type C, il microfono, ed il jack da 3,5 mm per gli auricolari.

Recensione Honor 8 sotto

Il lato superiore, ospita il secondo microfono per la riduzione dei rumori e una porta ad infrarossi che può essere utilizzata per comandare TV o box a distanza tramite apposite applicazioni.

Il retro è una delle parti più interessanti di questo Honor 8, infatti è interamente in vetro e usa ben 15 strati di questo materiale per arrivare alla sua forma finale. Questo insieme di più strati di vetro, riesce a creare un effetto di giochi di luce molto piacevole da vedere, ma allo stesso tempo fa purtroppo risaltare le impronte della dita, anche se non in maniera troppo evidente. Il vetro che caratterizza il lato posteriore di questo Honor 8, ha una curvatura ai lati 2.5 D e integra il doppio sensore della fotocamera, il doppio Flash LED a luce calda e fredda, il Laser per la messa a fuoco e il lettore di impronte digitali, il tutto senza bordi sporgenti e in piano con il vetro della back cover.

Recensione Honor 8 retro

Il perimetro del dispositivo è attraversato da un profilo metallico in tinta.

recensione honor 8 cornice

Recensione Honor 8: display

Il display molto luminoso dell’Honor 8 ha 5.2 pollici di dimensioni ed è un Full HD 1920 x 1080 pixel LTPS LCD, capace di mostrare colori vivi e ben tarati, anche se il fatto che non sia un Amoled, si nota in particolar modo durante le inclinazioni del dispositivo, dove i colori scuri, specialmente il nero non rimangono fedeli, dando in quest’ultimo caso una leggera tendenza al grigio. Buono il sensore di luminosità sotto la luce del sole, in quanto consente di avere sempre una ottima visuale del display, mentre in ambienti chiusi, il sensore di luminosità risulta molto sensibile e tende a impostare una luminosità dello schermo troppo bassa al calare minimo della luce.

Recensione Honor 8 display

Recensione Honor 8: hardware

L’hardware in dotazione dall’Honor 8 è più o meno lo stesso del Huawei P9, l’unica differenza sostanziale sta nel processore, dove l’Honor usa un HiSilicon Kirin 950 OctaCore composto da un QuadCore Cortex A72 a 2.3GHz e un QuadCore Cortex A53 a 1.8GHz, mentre il P9 utilizza un processore Kirin 955. Il processore dell’Honor 8, è accoppiato a un processore grafico Mali T880MP4, mentre 4 GB è la Ram e 32 GB invece la memoria interna, espandibile tramite Micro SD a ben 128 GB. Volendo usare il dispositivo con due Sim, non è possibile utilizzare ovviamente la Micro SD.

La connettività è di tipo LTE a 300 Mbps, presente inoltre la connessione Wi-Fi ac a doppia banda, la connessione NFC e il Bluetooth 4.2.

Il sensore biometrico dell’Honor 8, si comporta in maniera egregia e riconosce con rapidità e in maniera precisa le impronte digitali del dito, inoltre funziona anche come un tasto fisico e può attivare con una pressione prolungata scorciatoie personalizzabili secondarie come la torcia o la fotocamera, oltre che far scorrere tramite swipe il menù a tendina e le immagini.

Recensione Honor 8 sensore impronte digitali

Recensione Honor 8: fotocamera

La fotocamera anteriore è da 8 Megapixel e offre una buona qualità delle immagini, inoltre lo schermo svolge anche la funzione di Flash per migliorarne la qualità fotografica.

La fotocamera principale, anzi le fotocamere principali in quanto sono due, di cui una monocromatica e l’altra RGB, riescono ad offrire scatti ottimi, solo che il loro funzionamento non è come quello che si è visto su Huawei P9, dove ogni fotocamera poteva lavorare in maniera indipendente, ma quì lavorano sempre insieme e la fotocamera monocromatica, invece di scattare solo foto in bianco e nero come succede nel P9, serve invece a mettere a fuoco e migliorare la qualità dell’immagine nella post-produzione il più velocemente possibile, regalando così ottimi scatti in ambienti molto luminosi, mentre la qualità dell’immagine pecca leggermente in notturna dove si evidenziano i limiti delle fotocamere, anche se comunque il risultato finale è ugualmente di buonissimo livello.

La velocità dello scatto è molto elevata, grazie all’autofocus laser che realizza una messa a fuoco ottimale in un attimo.

Recensione Honor 8: software

A pilotare questo Honor 8 c’è Android 6.0 Marshmallow personalizzato con l’interfaccia grafica EMUI 4.1, già vista su dispositivi marchiati Huawei come il P9 e che garantisce ottime performance in quanto non sono presenti impuntamenti, crash, o fastidiosi lag, ma tutto invece scorre in maniera rapida e fluida, rendendo l’utilizzo del dispositivo veramente piacevole.

L’intera interfaccia Android è personalizzabile abbontantemente tramite temi, manca l’app drawer e quindi qualcuno dovrà farci l’abitudine, ma sono presenti interessanti funzioni come lo screenshot a scorrimento, la possibilità di proteggere le immagini della galleria fotografia e le applicazioni tramite sensore di impronte digitali, utilissima anche la funzione dove è possibile avviare un’app tramite gesture con la nocca della mano e la riduzione dello schermo per chi avesse bisogno di utilizzare il disposito con una sola mano.

Essendo un dispositivo uscito da poco, sicuramente l’Honor 8, sarà aggiornato in futuro ad Android 7.0 Nougat, con la sicurezza, per chi vorrà acquistare questo dispositivo, di non rimanere con un sistema operativo Android obsoleto e abbandonato dalla casa costruttrice nel breve periodo.

Recensione Honor 8: autonomia

La batteria da 3000 mAh, purtroppo non removibile, è uno dei punti di forza di questo Honor 8 in quanto permette di raggiungere senza problemi l’orario serale senza nessun problema e con un uso abbastanza attivo del terminale. Utilizzando lo smartphone in maniera normale, si arrivano a fare tranquillamente circa 6-6 ore e mezza di schermo acceso, mentre con un utilizzo più stressante come la navigazione GPS, giochi, ore di chiamate e navigazione, foto ecc., il consumo ovviamente aumenta, ma si riescono a fare ugualmente circa 4-4 ore e mezza di schermo acceso, il tutto ovviamente senza l’utilizzo di funzioni di risparmio energetico.

Ottimi anche i tempi di ricarica che vengono garantiti da 0 a 100% in poco più di 60 minuti e da 0 a 50% in soli 30 minuti circa. Per chi quindi dovesse ritrovarsi con la batteria a terra, basta veramente poco per avere di nuovo la batteria carica.

Recensione Honor 8: conclusioni

Honor 8 è un ottimo dispositivo, che si comporta in maniera eccellente in tutto e che si ispira parecchio al “cugino” Huawei P9. Il display è molto buono, la fotocamera delude un pò, non tanto per la qualità delle foto ma per il fatto che non funziona come sul Huawei P9 dove la doppia fotocamera è indipendente l’una dall’altra, ma ovviamente questa è una scelta di progettazione su cui non si può discutere più di tanto e che non considero quindi come un “contro”. Il design colpisce per la cura e l’eleganza, il vetro fa la sua bellissima figura indubbiamente e tutti i componenti sono stati assemblati in maniera molto curata. Sicuramente l’Honor 8 è un dispositivo che avrà un gran successo, considerando anche il prezzo che costa, decisamente in linea con l’ottima qualità che offre.


Link Sponsorizzati





https://www.megapk.it/wp-content/uploads/2016/08/Recensione-Honor-8-fronte-1.jpghttps://www.megapk.it/wp-content/uploads/2016/08/Recensione-Honor-8-fronte-1-150x150.jpgPierluigi MurgiaDeviceHonor
Dopo la presentazione nel mercato asiatico, l'Honor 8 arriva anche in Europa e a quanto pare ha tutte le carte in regola per diventare uno dei device più desiderati dagli utenti Android grazie al suo rapporto di alta qualità e prezzo. Il design dell'Honor 8 a primo impatto colpisce per...