Guide prodottiTransfer

Come scegliere il miglior telescopio per iniziare a osservare i pianeti: caratteristiche, consigli, bestseller

Come scegliere il miglior telescopio per iniziare a osservare i pianeti: caratteristiche, consigli, bestseller – Il telescopio viene usato per ammirare da tantissimi chilometri di distanza i corpi celesti che sono presenti nello spazio. Ormai i telescopi sono in circolazione da oltre quattro secoli e durante questo periodo di tempo hanno subito tanti differenti miglioramenti tecnologici fino a giungere ai modelli più moderni dei giorni nostri. Usare un telescopio genera sempre una certa emozione, riuscire a vedere per la prima volta un pianeta, una stella, la luna, per molti è quasi un’esperienza magica che pone una risposta alla propria curiosità. Se sei interessato ad acquistare il tuo primo telescopio e hai già fatto una ricerca presso i negozi, avrai sicuramente notato che esistono veramente tanti modelli di telescopi che a prima vista potrebbero sembrare tutti simili, ma alla fine non è così, ci sono infatti diverse caratteristiche da tenere in considerazione per riuscire a scegliere il miglior telescopio. 

Ma prima di elencare le caratteristiche da considerare per poter scegliere il miglior telescopio per iniziare a osservare i pianeti, come funziona questo curioso strumento? Il telescopio non è altro che uno strumento ottico capace di far vedere degli oggetti che sono posizionati molto distanti da noi. Basta inquadrare un’area nel cielo da ingrandire e il telescopio svolgerà questa funzione, mostrando gli oggetti distanti in maniera che sembrino più grandi e più vicini a noi. In un telescopio i raggi luminosi paralleli che vi entrano, vengono messi a fuoco in un punto singolo che viene chiamato fuoco oppure punto focale, in questo modo i raggi focalizzati verranno ingranditi grazie a una lente molto potente o con un gruppo di lenti, che viene chiamata oculare per fornire un’immagine ingrandita dell’oggetto distante che si vuole osservare. L’oculare è la parte del telescopio dove si guarda con l’occhio e funziona più o meno come una lente d’ingrandimento in quanto funziona su principi simili. Rispetto all’obbiettivo del telescopio, l’oculare funziona nella maniera opposta, infatti i raggi luminosi vengono presi e focalizzati per poi essere inviati all’occhio. Attraverso l’uso di un anello o di una ghiera posizionata sul telescopio, è possibile regolare la messa a fuoco in modo da rendere più nitido ciò che si sta guardando.

Per scegliere il miglior telescopio è importante conoscere i tipi di telescopio che si possono trovare. Possiamo avere infatti tre tipologie differenti di telescopio: composto, riflettore e rifrattore. Ognuna di queste tipologie ha un aspetto simile anche se funzionano in maniera leggermente differente. Vediamo quali sono le loro differenze sostanziali:

  • Telescopio Composto: in un telescopio composto l’oculare è posizionato nella sua parte posteriore e all’interno dello strumento sono presenti due specchi di cui uno è posizionato accanto all’oculare e uno invece davanti. Lo specchio nella parte interiore è combinato con una lente
  • Telescopio Riflettore: in questa tipologia di telescopio, l’oculare si estende verticalmente fuori dal tubo, di solito accanto alla parte anteriore, quì uno specchio raccoglie la luce, quindi la luce viene riflessa su un altro specchio ancora che riflette la luce verso l’oculare. Il telescopio riflettore è una tipologia di telescopio che è in grado di raccogliere la luce per mezzo di uno specchio parabolico, concentrandola sul fuoco della parabola, dal quale poi potrà essere osservata, fotografata o analizzata mediante strumenti
  • Telescopio Rifrattore: è il modello di telescopio più comune e che si trova più facilmente presso i negozi e sono quelli più consigliati per i principianti. La caratteristica di questo tipo di telescopio è che usa la rifrazione ed è costituito da un lungo tubo sulla cui estremità frontale è disposto l’obbiettivo che serve per raccogliere e focalizzare la luce funzionando come un prisma in grado si scomporre e ricomporre la radiazione luminosa in un determinato punto dato dalla lunghezza focale strumentale

Per poter scegliere il miglior telescopio per iniziare a osservare i pianeti devi prima di tutto avere in mente quali sono le caratteristiche più importanti che deve avere lo strumento ottico. Potresti aver bisogno di un telescopio da portare fuori in campagna durante le notti stellate e in questo caso potresti aver bisogno di un telescopio che sia maneggevole e facile da trasportare. Se invece vuoi un telescopio che permetta a tutta la famiglia di osservare il cielo con un budget limitato potresti indirizzarti verso i modelli più economici. Questi sono solo alcuni dei fattori da prendere in considerazione per scegliere il miglior telescopio e che ti permetteranno di capire meglio se potrebbe essere più adatto un telescopio composto, riflettore oppure rifrattore. Per scegliere il miglior telescopio è importante per capire quale sia il tipo da acquistare più adatto, considerare:

  • La chiarezza e nitidezza: se per te è molto importante la chiarezza e la nitidezza probabilmente è più consigliato puntare su un telescopio rifrattore. Il telescopio rifrattore a volte soffre di aberrazione cromatica e si manifesta di solito con un bordo viola o verde attorno agli oggetti che si stanno osservando, ma questo è un problema di poca importanza se si considera che con un telescopio rifrattore con grande apertura e un minimo inquinamento luminoso (ovvero qualsiasi tipo di luce artificiale che viene accesa in notturna), è possibile generare una qualità dell’immagine eccezionale
  • Dimensioni e peso: se devi andare in campagna o sopra un monte per vedere le stelle e quindi devi spostarti da casa tua, le dimensioni e il peso di un telescopio sono molto importanti per un facile trasporto. Il telescopio riflettore è la tipologia più leggera disponibile, mentre un telescopio rifrattore è quello che ha un peso maggiore, per questo motivo se si ha bisogno di un telescopio da portare in mobilità è consigliato un telescopio riflettore, mentre per chi necessita di un telescopio statico è più adatto un telescopio rifrattore. Abbiamo poi i telescopi composti che in genere sono quelli più voluminosi, quindi tieni in mente questo particolare se prevedi di trasportare in maniera frequente il telescopio
  • Posizionamento e stabilità: per poter osservare meglio il cielo non è importante solo scegliere il miglior telescopio, ma anche un buon supporto che lo regga. Un telescopio deve essere ben posizionato e deve rimanere stabile nella posizione in cui lo si pone. Per aiutare l’utente a posizionare meglio il telescopio, ci si può servire di un treppiede che permette attraverso 3 gambe di sorreggere e ruotare il telescopio con tutto il suo peso durante le osservazioni. Il treppiede in genere viene fornito in dotazione con il telescopio, tuttavia non sempre potrebbe essere robusto, specie se lo strumento è di quelli economici, pertanto potresti aver bisogno di passare a un treppiede con una base di supporto più stabile e robusta per poter usare il telescopio con migliori risultati e sicurezza

Per poter scegliere il miglior telescopio è importante considerare inoltre i seguenti fattori:

  • Osservare anche oggetti terrestri: al posto di un binocolo si potrebbe usare anche un telescopio per poter osservare uccelli o animali ma attenzione al tipo di telescopio che si andrà a scegliere. Se vuoi usare il telescopio anche per osservare “oggetti terrestri”, dovresti scegliere un telescopio rifrattore o un telescopio composto, mentre invece un telescopio riflettore è fortemente sconsigliato in quanto non adatto a questo uso
  • Osservare le stelle e pianeti deboli: per poter osservare stelle e pianeti deboli (corpi molto lontani che emanano una scarsa luce), sia un telescopio riflettore che composto funzionano abbastanza bene, mentre un telescopio rifrattore lavora in maniera scarsa se è richiesta una visuale di corpi celesti troppo deboli
  • Costo di acquisto: in genere i telescopi riflettori tendono a costare meno rispetto un telescopio composto o rifrattore, tuttavia ci sono sempre delle eccezioni
  • Facilità d’uso e manutenzione: per scegliere il miglior telescopio bisogna tenere in conto anche l’usabilità e il grado di manutenzione. I telescopi rifrattori sono dotati di un design che permette un loro facile utilizzo grazie alla posizione dell’oculare ben posizionato inoltre se ben assemblati non richiedono alcuna manutenzione. Abbiamo poi i telescopi composti che anche questi sono semplici da usare e richiedono una scarsa o nulla manutenzione, inoltre sono facilmente collegabili a un computer per sapere dove puntare il telescopio e in questo modo sarà possibile trovare in maniera più immediata e semplice sia pianeti che stelle. I telescopi riflettori avendo un tubo ottico aperto su un’estremità potrebbero accumulare della polvere all’interno e richiedere quindi una manutenzione regolare per poterlo tenere sempre pulito inoltre l’ottica può essere sradicata dall’allineamento più facilmente rispetto agli altri tipi di telescopio, richiedendo quindi maggiore manutenzione

Per questa guida su come scegliere il miglior telescopio per iniziare a osservare i pianeti è tutto e se ora sei alla ricerca del tuo primo telescopio e non sai da dove iniziare a cercare, ti consiglio di iniziare a cercare il tuo primo strumento partendo dalla nostra classifica bestseller. Per ogni telescopio in lista potrai accedere alle specifiche tecniche e alle recensioni rilasciate da chi ha già provato lo strumento.

OffertaBestseller N. 1
Celestron 31051 AstroMaster 130EQ Telescopio riflettore newtoniano a motore, blu scuro
  • TRACCIAMENTO: Montatura equatoriale manuale alla tedesca con...
  • SEMPLICE DA MONTARE: Treppiede in acciaio regolabile a tutta...
  • ACCESSORI INCLUSI: oculare 20 mm e 10 mm, cercatore e...
  • SOFTWARE DISPONIBILE: Scaricate il software Starry Night Basic...
  • ZOOM OTTICO: Moltiplicatore_x 130,0
Bestseller N. 2
Cinati Telescopi per adulti bambini principianti 70 mm apertura 400 mm telescopio astronomico per visualizzare pianeti lunari, telescopio rifrattore portatile con treppiede regolabile, adattatore
  • Grande apertura di 70 mm: il telescopio è dotato di una lente di...
  • Ingrandimento elevato da 16X a 120X: il nostro telescopio...
  • Treppiede regolabile: questo telescopio consente molte diverse...
  • Facile da installare: il telescopio astronomico è preassemblato...
Bestseller N. 3
MEEZAA Telescopio, Telescopio Astronomico Professionale Potente Adulti, 90/800mm AZ Mount Telescopio Rifrattore per Bambini e Principianti, Telescopios Portatile 32x-240x Osservare la Luna Pianeti
  • 【Telescopio Astronomico Rifrattore Professionale】Se siete...
  • 【90MM Rivestimenti ad Alta Trasmissione Completamente...
  • 【32x-240x Potente Ingrandimento】Il telescopio astronomico per...
  • 【Treppiede Stabile e Adattatore per Telefono】I nostri...
  • 【Grande Regalo e Servizio Soddisfatto】MEEZAA telescopio...

*Prezzo su Amazon.it dal 22-02-2024 16:45 CET Dettagli *In qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei. I prezzi dei prodotti e la disponibilità sono aggiornati alla data/ora indicata e sono soggetti a modifica. Qualsiasi informazione di prezzi e disponibilità visualizzata su Amazon.it al momento dell'acquisto si applicherà alla vendita di questo prodotto.