Guide
Differenza tra Android Stock, Android One e Android Go

Pubblicità

Oggi vedremo qual è la differenza tra Android Stock, Android One e Android Go iniziando a dire che ognuno di essi ha origine da Google e tutti insieme tra loro hanno qualcosa in comune, ma ci sono anche delle grandi differenze tra di loro, che riguardano in particolar modo come i produttori di smartphone utilizzano il sistema operativo open source, come vengono rilasciati gli aggiornamenti di sicurezza, le applicazioni preinstallate incluse e tanto altro ancora che chiariremo in questo articolo cercando di essere il più sintetici e comprensibili possibile.

Pubblicità


Android normalmente funziona in questo modo: Google pubblica il codice sorgente di Android e a questo punto, chiunque tra i produttori di smartphone e non, possono accedere a questo codice per poterlo modificare e plasmare per quel determinato dispositivo di cui sono i creatori, come può essere ad esempio uno smartphone o un tablet. Google inoltre offre dei servizi tra cui troviamo il Google Play Store, YouTube e Google Maps ma che non fanno parte del progetto open source Android offerto da Google. Per poter quindi usare Android su uno smartphone o qualsiasi altro device su cui è installato, è necessario disporre anche della certificazione necessaria per poter utilizzare le proprie applicazioni, noto anche come Google Mobile Services.

Gran parte dei produttori di smartphone personalizza il sistema operativo Android per poterlo adattare al meglio all’utenza che acquisterà il loro dispositivo, solitamente lo si rende più accattivante con una nuova interfaccia grafica (TouchWiz o Samsung Experience per i device Samsung, Sense per HTC, Emui per Huawei e così via) che ne semplifica l’uso del telefono e arricchisce di nuove funzionalità il sistema operativo aggiungendo funzioni che potrebbero risultare utili all’utente nel normale utilizzo di tutti i giorni. I produttori di smartphone solitamente prevedono anche dei miglioramenti ai file di sistema, così da poter migliorare la gestione dell’hardware per quel determinato telefono. C’è chi però, tra i vari brand costruttori, preferisce personalizzare il meno possibile Android, lasciando alll’utente un’esperienza “pura” e senza contaminazioni del sistema operativo con il robottino verde ed è qui che iniziamo a parlare della differenza tra Android Stock, Android One e Android Go.

Differenza tra Android Stock, Android One e Android Go: ANDROID STOCK
Pubblicità


Iniziamo con Android Stock. Si è parlato per diversi anni di Android Stock installato su dispositivi commissionati direttamente da Google secondo le proprie richieste, è in questi casi che si è iniziato a sentir parlare dei famosi e rimpianti dispositivi della linea Nexus, come ad esempio il LG Nexus 5x e il Huawei Nexus 6P, linea di di device che ora è stata definitivamente abbandonata per fare posto ai potenti smartphone Google della linea Pixel, nati più che altro per fare una concorrenza diretta all’iPhone tra i modelli top di gamma. I dispositivi con Android Stock, che sono quelli creati per conto di Google vengono aggiornati più rapidamente rispetto a tutti gli altri messi in commercio da altre case, non appena infatti viene apportata una modifica al sistema operativo da parte del colosso di Mountain View, questa viene subito aggiornata nei suoi dispositivi in maniera estremamente rapida. Android Stock è privo di modifiche extra al sistema operativo, come può essere un’interfaccia grafica personalizzata ed è privo delle applicazioni inserite dal produttore del dispositivo dette bloatware (per saperne di più o capire come eliminare queste app spesso inutili ti rimando alla lettura della guida su cosa sono e come eliminare i Bloatware da Android). Insomma abbiamo una versione di Android Stock, studiata solo per poter funzionare con l’hardware di quel determinato dispositivo (di cui Google con i Pixel è l’ideatore e costruttore), senza fronzoli, ciò si traduce quindi nell’utilizzo di tutti i giorni in un sistema operativo che teoricamente dovrebbe essere più leggero e reattivo. Android Stock però non è per tutti, solitamente è il preferito da smanettoni e sviluppatori capaci, in quanto si creano un Android a proprio piacimento, ma per un utente medio potrebbe esserci la necessità di scaricare alcune applicazioni dal Google Play Store per poter avere tutte le funzioni di cui ha bisogno e che normalmente nelle versioni di Android non Stock sono già presenti con una serie di applicazioni apposite. Si consiglia quindi Android Stock agli utenti consapevoli, appassionati, con capacità nel mettere mano sul sistema operativo, in questo caso infatti Android, essendo modificabile praticamente in tutto può dare delle grandi soddisfazioni.

Android One è il sistema operativo by Google che è stato lanciato nel 2014 in India ed era destinato ad essere installato sui dispositivi di fascia bassa. Con il tempo però Android One si è evoluto e non è più un sistema operativo adatto ai telefoni economici di bassa fascia, ma anche alle fasce superiori di quelle previste. Android One viene solitamente usato dai produttori di smartphone che sono in grado di creare ottimi dispositivi sotto il profilo hardware, ma il sistema operativo, quindi Android One viene offerto e modificato per quel device da Google, che si occuperà anche di inviare gli aggiornamenti e le patch di sicurezza secondo un periodo di tempo che si è concordato con il costruttore. Il sistema operativo quindi non viene gestito dal produttore del telefono, ma direttamente da Google che lo adatterà alla perfezione a quello smartphone e si occuperà di tutti gli aggiornamenti lato software, mentre il produttore del telefono si occuperà sostanzialmente di creare un hardware di qualità e della commercializzazione del device. Android One possiamo dire che in pratica è diventato il successore “spirituale” della ormai abbandonata linea Nexus.

Differenza tra Android Stock, Android One e Android Go: ANDROID GO
Pubblicità


Android GO in pratica sostituisce l’idea che si era avuta con Android One, cioè quella di avere una versione pura di Android su smartphone di fascia bassa. Ora infatti è Android GO il sistema operativo open source per dispositivi economici di fascia bassa, mentre Android One abbiamo visto sopra come si stia evolvendo con l’installazione su device di fascia superiore. Android GO, è privo di tante app preinstallate e quelle presenti sono state studiate appositamente per non appesantire troppo il sistema operativo, come Maps Go e Gmail Go, che sono presenti ma in una versione lite, apposta per poter funzionare su device con un livello hardware poco prestante. Oltre alla fascia di dispositivi a cui è indirizzato il sistema operativo in questione, la differenza sostanziale tra i device che montano Android GO e Android One è che Google con Android Go non rilascia alcun aggiornamento direttamente, ma invia il nuovo aggiornamento al produttore dello smartphone, poi sarà quest’ultimo a dover rilasciare l’aggiornamento vero e proprio ai suoi utenti. Ciò si traduce rispetto ad Android Stock e Android One in un ritardo sul rilascio degli aggiornamenti del sistema operativo per i propri dispositivi, in quanto dovranno essere elaborati direttamente dal costruttore dello smartphone prima di poter essere rilasciati.

Differenza tra Android Stock, Android One e Android Go: IN BREVE
Pubblicità


In conclusione Android Stock è il sistema operativo di Google installato sui dispositivi smartphone ideati anche nell’hardware da Google come ad esempio la nuova gamma Pixel, inoltre è anche la diretta responsabile del rilascio dei nuovi aggiornamenti. Anche con Android One si ha un sistema operativo Android puro, realizzato da Google per un determinato dispositivo, ma stavolta il colosso si occupa solo del lato software e del rilascio degli aggiornamenti, mentre per quanto riguarda l’hardware è ideato dal brand di quel telefono non da Google, come invece accade per i device con Android Stock. Infine abbiamo Android GO che praticamente sostituisce il compito di Android One sui dispositivi di fascia bassa ed è una versione ottimizzata del sistema operativo per i device dotati di un hardware poco potente. A differenza di Android Stock e di Android One però gli aggiornamenti del sistema operativo non provengono direttamente da Google, ma Google li passa al costruttore del device, poi sarà quest’ultimo a rilasciare quando sarà pronto l’aggiornamento ai suoi utenti.

Pubblicità
Pubblicità

Questo sito Web utilizza i cookie inclusi quelli di profilazione e terze parti per raccogliere informazioni sulle visite, migliorare la navigazione e mostrare annunci pubblicitari pertinenti. Consulta la nostra pagina Privacy & Cookie Policy per ulteriori dettagli e visualizzare la lista dei fornitori pubblicitari o puoi accettare premendo sul pulsante Accetta.

Imposta quali cookie vuoi consentire o bloccare

Visitando questo sito web, potrebbero venire memorizzati o recuperate delle informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookie. Queste informazioni potrebbero riguardare te, le tue preferenze o il dispositivo con cui hai avuto accesso e vengono utilizzate principalmente per far funzionare il sito nella maniera corretta. Le informazioni rilevate attraverso i cookie non sono in grado di identificarti direttamente, ma servono per offrirti un'esperienza web più adatta al tuo profilo utente. Poiché rispettiamo il tuo diritto alla privacy, puoi scegliere dal pannello che troverai di seguito di non consentire alcuni tipi di cookie o solo alcuni di essi. Usa l'interruttore di fianco a ogni categoria di cookie per gestire le tue preferenze, usa però questa funzione con molta attenzione, infatti, tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire negativamente sulla tua esperienza sul sito e sui servizi che siamo in grado di offrire. Se vuoi che il sito in questione possa offrirti il massimo per quanto riguarda i suoi contenuti, dovresti accettare tutti i cookie, diversamente l'esperienza utente potrebbe peggiorare. Nel caso dovessi ripensarci, nel caso avessi impostato male la tua decisione su quali cookie rifiutare su questo sito, in qualsiasi momento potrai cambiare la tua scelta premendo sul link "Reset Cookie" che trovi a fondo pagina. La durata dei cookie è di 365 giorni a partire dal momento in cui vengono accettati dall'utente.

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire o rifiutare su questo sito web e una volta fatta la tua scelta, clicca sul pulsante "Salva le impostazioni sui cookie" per rendere effettiva la tua decisione.

FunzionaliIl nostro sito web utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per far funzionare il nostro sito web.

AnaliticiIl nostro sito Web utilizza cookie analitici per consentire di analizzare il nostro sito Web e ottimizzarlo allo scopo di migliorarne l'usabilità. Le visite tracciate sono anonime.

Social MediaIl nostro sito Web inserisce cookie di social media per mostrarti contenuti di terze parti come YouTube e FaceBook. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

Ads PersonalizzatiIl nostro sito web inserisce cookie pubblicitari per mostrarti pubblicità di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltroIl nostro sito web inserisce cookie di terze parti da altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.