Modding

Come sbloccare il bootloader su Xiaomi Redmi Note 3

Pubblicità

In questa guida vediamo come sbloccare il bootloader su Xiaomi Redmi Note 3, di cui se vuoi, puoi leggere la recensione della versione PRO, cliccando su questo LINK. Grazie alla versione MIUI Developer della ROM infatti è possibile sbloccare il bootloader su Xiaomi Redmi Note 3 e per poterlo fare ti basta seguire questo procedimento diviso in più punti. Prima di procedere, si consiglia prima, di fare un intero Backup di tutti i dati più importanti presenti sullo smartphone in modo da non perderli.

Pubblicità
  • Come prima cosa è necessario richiedere il codice di sblocco alla Xiaomi, che puoi fare cliccando su questo LINK, dove ti verrà richiesto l’accesso al MI Account, mentre se ancora non ne hai uno, puoi crearlo collegandoti a questo LINK e procedere con la registrazione.
  • Adesso bisogna scaricare la MIUI Developer che sarà in lingua inglese e cinese, cliccando su questo LINK (link non più disponibile) e il download in formato .zip va posizionato all’interno della memoria dello smartphone. Il download può essere fatto da browser Android, oppure dal browser del PC, ma in questo caso va poi trasferito sullo smartphone.
  • Ora bisogna aprire l’applicazione Updater presente nelle ROM MIUI, quindi una volta aperta si deve premere sui 3 puntini in alto a destra e selezionare la voce con riferimento all’installazione del pacchetto di aggiornamento.
  • Seleziona quindi la MIUI Developer scaricata poco prima e che hai salvato nella memoria del telefono.
  • Procedi con l’aggiornamento, che terminerà con il riavvio del dispositivo.

Ora per poter proseguire nel sbloccare il bootloader su Xiaomi Redmi Note 3, è necessario accertarsi di avere correttamente installati i driver ADB e per poterlo fare, si deve collegare lo smartphone al PC tramite cavo USB, quindi una volta che c’è il collegamento, da Windows andare su Gestione Dispositivi o Gestione Periferiche a seconda della versione di Windows e se è visibile un dispositivo Android generico o la scritta Redmi Note 3 con il punto interrogativo giallo, significa che i driver ADB non sono stati installati correttamente. In alternativa, si può sapere se sono installati i driver ADB, dal Prompt dei Comandi digitando adb devices e se compare in elenco il dispositivo Android vuol dire che i driver sono installati.

Se i driver ADB del tuo Xiaomi Redmi Note 3 non sono installati sul PC, si deve procedere in questo modo:

  • Scarica su PC PdA Net da questo LINK
  • Una volta aperto il programma Accetta l’accordo e premi su Avanti
  • Seleziona dove installare il software sul computer
  • Se apparirà una finestra Pop-up a indicare che i file USB sono stati già installati, premi su SI
  • Dalla lista che appare, saranno presenti 5 voci su cui si può mettere lo spunta: Motorola, HTC, Samsung, LG, Others e proprio su quest’ultimo va messo lo spunta. Metti lo spunta su OTHERS
  • Ora verrà richiesto di attivare il Debug USB e con lo smartphone collegato al PC, si può procedere con l’installazione dei driver. Per essere sicuri che la loro installazione sia andata a buon fine, basta andare su Gestione Dispositivi o Gestione Periferiche a seconda della versione di Windows e se è visibile ora lo smartphone senza punto interrogativo giallo l’installazione è andata buon fine, oppure dal Prompt dei Comandi si può digitare adb devices e se compare in elenco il dispositivo Android vuol dire che i driver sono installati.

Adesso che sono stati installati i driver ADB, per poter procedere con la procedura necessaria per sbloccare il bootloader su Xiaomi Redmi Note 3, è necessario:

  • Associare il MI Account accedendo alla pagina raggiungibile tramite questo LINK.
  • Adesso si deve scaricare il tool utile per sblocco del bootloader, cliccando su questo LINK quindi scompattarlo sul PC e avviare il programma.
  • Avvia lo smartphone in modalità Fastboot premendo i tasti Pulsante accensione + Volume giù contemporaneamente e collega il dispositivo Xiaomi al computer tramite cavo USB.
  • Avvia lo strumento di sblocco facendo un doppio click su MiFlashUnlock.exe.
  • Accetta quindi l’informativa riguardo stabilità e sicurezza del sistema.
  • Nella schermata successiva, inserisci i dati del tuo MI Account.
  • Una volta verificate le credenziali, apparirà la schermata di sblocco e se lo smartphone è stato correttamente rilevato, basta premere sul pulsante Sblocca per avviare il processo di sblocco del bootloader.
  • Attendere che termini il processo fino all’arrivo al 100%.
  • Terminato il processo, apparirà una scritta a indicare che lo sblocco è stato completato.
  • Premi sul pulsante Riavvia il dispositivo.

Ora che si è riusciti a sbloccare il bootloader su Xiaomi Redmi Note 3, si deve installare una Custom Recovery come la TWRP, in modo da poter installare la MIUI Rom italiana in quanto questa appena installata è solo in cinese/inglese e per fare ciò ti rimando alla lettura dell’articolo presente su questo LINK. Ti ricordo in fine che l’installazione della Rom ita porterà alla perdita di tutti i dati.

Attenzione! Megapk.it non si prende alcuna responsabilità in caso di brick o perdita di dati dovuti a un cattivo uso o male interpretazione di questa guida da parte dell’utente.

Pubblicità