Guide

Come velocizzare al massimo Android

Pubblicità

In questo articolo vedremo come velocizzare al massimo Android, con il tempo infatti i dispositivi che utilizzano il robottino verde, diventano sempre più lenti e pesanti, sia perchè vengono installate e aggiornate applicazioni che hanno sempre più bisogno di risorse, ma anche perchè con il tempo la memoria del terminale tende a riempirsi, disinstallando poi le app i file inutili aumentano, con la conseguenza che il dispositivo diventa giorno dopo giorno sempre più lento, può iniziare ad avere dei crash che ne causano il blocco del dispositivo o blocco delle applicazioni in uso.

Pubblicità


Per chi poi ha un vecchio dispositivo con una versione obsoleta di Android, i rallentamenti sono ancora più evidenti, oltre a freeze e problemi vari di funzionamento, in questi casi quindi come velocizzare al massimo Android e renderlo nuovamente fluido e veloce? Esistono diversi metodi per velocizzare al massimo Android, tutti efficaci e che migliorano la velocità dei device anche in maniera netta. Nel caso si abbia ad esempio un vecchio smartphone, la prima cosa da fare, è quella di fare un reset o ripristino del dispositivo in modo da far tornare tutto come alle origini, proprio come quando si formatta il pc, se non sai come si fa, quì trovi il metodo, sia per il reset normale, che l’hard reset. Una volta che il device è libero da tutte le applicazioni e cartelle ingombranti rimaste da vecchie installazioni, si può passare a cancellare tutte le applicazioni di prima installazione che non usiamo mai. A questo punto consiglio l’utilizzo di un launcher più veloce e fluido, che renda lo smartphone più fluido e leggero nel passaggio tra una pagina e l’altra, se non sai quale launcher scegliere, puoi trovare qualche consiglio quì , ricorda di usare un launcher il più leggero possibile ma che comunque permetta una buona personalizzazione senza appesantire il sistema. Consiglio inoltre di utilizzare un browser leggero, ma al tempo stesso funzionale, quì trovi qualche consiglio. Se ancora con questa configurazione il tuo Android fosse lento, avrai bisogno del root in modo di eliminare le app di sistema come ad esempio Twitter, Facebook, Youtube ecc., ma con molta attenzione, in quanto l’eliminazione di alcune app di questo tipo, anche se sono applicazioni pre installate non utili direttamente per il funzionamento di Android, potrebbero causare qualche crash, consiglio quindi di rimuoverle una alla volta, facendo varie prove e non di eliminarle in massa. Se hai eliminato Facebook, Twitter ecc., le potrai sempre utilizzare dal browser o dall’apposita applicazione scaricabile dal Google play. In alternativa, se non si vogliono cancellare le app, si possono congelare, se non sai come fare, quì trovi come si fa e in questo modo le app rimarranno installate, ma freezate, quindi inattive. Se ancora nemmeno dopo questo step, sei riuscito a velocizzare al massimo Android, consiglio il cambio della Rom con una ottimizzata per il tuo dispositivo. Esistono tante Rom personalizzate per qualsiasi device, se quindi vuoi il massimo della velocità e sfruttare al massimo la parte hardware del tuo Android, consiglio una Rom cucinata, alleggerita di tutte le applicazioni e funzioni in eccesso, deciderai poi tu, quali applicazioni installare. Per esperienza, quasi sempre, cambiando la Rom, sembrerà di avere un altro telefono in  mano, sarà infatti molto più pronto e reattivo anche di quando è stato appena acquistato, se quindi avete la voglia e le capacità ( perchè cambiare la Rom è semplice, ma la preparazione almeno la prima volta è un pò lunga, in quanto si deve installare una recovery modificata, servono driver, programmi tipo Odin ecc., una volta installato ciò, cambiare rom è questione di minuti), consiglio di cambiare Rom e sicuramente non avrete rimpianti, sostituite poi se disponibile il kernel con uno ottimizzato e il settaggio della cpu (solitamente nelle rom cucinate si può modificare l’overclock e l’underclock), aggiungete un launcher più fluido e veloce e rimarrete sicuramente soddisfatti, in questo modo anche un vecchio smartphone, potrà avere una seconda occasione e risultare ancora utilizzabile senza continui rallentamenti o nel peggiore dei casi crash. Questi consigli, valgono anche per smartphone più nuovi, il procedimento per velocizzare al massimo Android, non cambia.

Pubblicità