Guide

Cosa è Substratum e come si usa per avere temi personalizzati

Cosa è Substratum e come si usa per avere temi personalizzati – Quando si deve installare una nuova Rom, c’è chi preferisce averne una personalizzata con maggiori funzioni e una grafica più bella e chi invece preferisce sostituirla con una Rom di Android Stock AOSP (Android Open Source Project). Android Stock essendo molto leggero, rimane molto veloce e fluido e questo è sicuramente un vantaggio, ma come contro per molti è dotato di una grafica spartana, poco piacevole all’occhio e priva di importanti funzioni, presenti invece in Rom personalizzate.

Link Sponsorizzati

Proprio per questo motivo molti utenti preferiscono scaricare una Custom Rom personalizzata e con funzioni aggiutive, più che Android Stock, che reputano graficamente troppo “povera”. Chi decide di installare Android Stock AOSP molto spesso è uno sviluppatore, sa come smanettare, dove mettere mano nei codici per poterlo modificare a proprio piacimento per crearsi una grafica personalizzata senza appesantire troppo il sistema operativo, chi invece non sa programmare questo non può farlo. Suppondendo di avere installato Android Stock sul dispositivo, l’utente ha 2 scelte per personalizzare con dei temi il sistema operativo:

  • può usare dei temi già pronti che può trovare nel Google Play Store ad esempio per Cyanogenmod
  • può installare dei temi su cui è possibile attuare una personalizzazione usando l’applicazione Substratum

Mentre nel primo caso non c’è molto da fare, basta scaricare il tema adatto a Cyanogenmod o Lineage OS, installarlo e abilitarlo, Substratum è invece una fantastica applicazione che si può scaricare dal Google Play Store che permette di modificare da se dei temi personalizzati partendo però da un tema base. Questo è veramente interessante per chi vuole personalizzare il tema con le proprie mani senza dover creare nemmeno una riga di codice. Ovviamente se si vorrà creare un tema vero e proprio per Substratum bisognerà saper usare Android Studio.

Ma come nasce Substratum? Substratum deriva da Layers, una evoluzione del RRO Framework di Sony che permetteva di creare e sovrapporre dei livelli all’interfaccia di Android Stock, in questo modo è stata resa possibile una personalizzazione completa dell’interfaccia grafica del sistema operativo. Substratum, nasce dalla ricompilazione di Layers che è stato adattato al nuovo framework di Sony dando vita con un mix al theme engine di Cyanogen a un’applicazione in grado di modificare in maniera profonda l’interfaccia grafica di Android Stock.

Substratum può essere scaricata dal Google Play Store gratuitamente e funziona su Android Stock AOSP + OMS e con permessi di Root abilitati anche se con gli ultimi aggiornamenti è diventato compatibile anche con dispositivi Samsung con aggiunta di apposito Addon a Substratum e privi di Root. La particolarità di Substratum e che la distingue da app precedenti è che grazie alle API dinamiche i vari layers che compongono il tema vengono elaborati in tempo reale, senza la necessità di riavviare ogni volta il dispositivo per ogni modifica fatta.

Vuoi vedere come funziona Substratum? Puoi vedere il video sotto per vederlo in azione.

Una volta installato Substratum, potrai scaricare il tema di tuo piacimento tra quelli disponibili e apportare modifiche come wallpaper, colore icone, schermata di boot, colore del tema e tanto altro.

Substratum va usato a proprio rischio e pericolo, una mancata compatibilità al 100% con la Rom in uso potrebbe generare un bootloop. Si consiglia quindi prima di utilizzare Substratum di fare un bel backup dell’intera Rom attualmente in uso. Se hai installata la TWRP Recovery ti consiglio di fare un Nandroid Backup in maniera tale che se dovessero esserci dei problemi, potrai sempre fare un ripristino e riportare il dispositivo alla normalità.

scarica

Link Sponsorizzati