Guide

Come scegliere lo smartphone Android e cosa sapere prima di comprarlo

Pubblicità

In questa guida vedremo come scegliere lo smartphone Android e cosa sapere prima di comprarlo. Quando infatti si deve acquistare il nuovo smartphone, spesso oltre a esserci l’imbarazzo della scelta in quanto il mercato è pieno di tantissimi modelli, non si sa bene verso quale modello orientarsi e che caratteristiche bisogna guardare per non ritrovarsi poi con un pessimo acquisto e magari pensare a doverne comprare un altro dopo pochi giorni o mesi.

Pubblicità


Proprio per evitare di acquistare telefoni non adatti alle proprie esigenze in questo articolo ti darò alcuni consigli che potranno esserti utili nel scegliere lo smartphone Android più adatto all’uso che ne dovrai fare. Vediamo quali sono:

Come scegliere lo smartphone Android in base al prezzo
Pubblicità


Ebbene si, il prezzo è sempre quello che viene al primo posto quando si deve scegliere lo smartphone Android, è unitile infatti puntare in alto quando il budget non lo permette. Per acquistare un buon telefono, non è necessario spendere troppi soldi, ma non si può nemmeno pretendere di avere uno smartphone performante con cifre troppo basse. In base al costo che si potrà affrontare sarà possibile puntare sui modelli entry level di fascia bassa, quelli di fascia medio/bassa, medio/alta e alta top di gamma. Inutile dire che un modello di smartphone entry level avrà una qualità costruttiva dei materiali e prestazioni nettamente inferiori rispetto a un top di gamma, con il vantaggio però che il prezzo sarà molto più basso, certe volte anche di un decimo e più.

Come scegliere lo smartphone Android in base al numero delle Sim
Pubblicità


In passato prima dell’arrivo dello smartphone dual sim, tri-sim, quadri-sim ecc., chi era in possesso di più schede telefoniche doveva usare 2 telefoni, oppure intercambiare 2 sim in base all’esigenza del momento. Attualmente tra i dispositivi Android più apprezzati ci sono quelli che utilizzano 2 sim, questo perchè magari lo stesso telefono viene utilizzato per famiglia e amici, ma anche per lavoro, viaggi all’estero ecc., in questo modo si possono usare 2 numeri di telefono in contemporanea senza la necessità di portarsi dietro 2 telefoni o sostituire la sim in base all’esigenza del momento. Considera quindi quando devi scegliere lo smartphone Android, se hai uno o più numeri di telefono che utilizzi. Se infatti utilizzi 2 numeri di telefono è consigliato acquistare un dual sim, mentre se hai sempre e solo un numero di telefono è più adatto l’acquisto di un normale single sim.

Come scegliere lo smartphone Android: schermo grande o piccolo?
Pubblicità


Andando in giro per i negozi di telefonia, ti sarai reso conto che ci sono smartphone con schermi dalle differenti dimensioni. Attualmente la grandezza media di uno schermo è sui 5 pollici, ma esistono anche da 3 pollici e meno, ma anche da 6 pollici e oltre. Un display più piccolo garantisce una dimensione totale dello smartphone decisamente più ridotte rispetto a un dispositivo che invece usa un display da 6 pollici, rendendolo più facile da trasportare e tenere in mano, ma in caso d’utilizzo per navigare in internet ad esempio, uno smartphone con lo schermo dalle dimensioni troppo ridotte risulterà abbastanza frustrante da utilizzare in quanto si vedrà tutto molto piccolo, inoltre quando si proverà a scrivere qualcosa c’è il rischio di ritrovarsi a premere più tasti insieme della tastiera, diventando snervante in alcuni casi. Uno smartphone con il display bello ampio invece, è perfetto per navigare in quanto permette una buona visione del contenuto che appare sullo schermo e in caso ci sia bisogno di digitare qualcosa da ricercare non c’è il pericolo che le dita vadano a premere il tasto sbagliato. A mio parere se si cerca un buon compromesso è conveniente acquistare uno smartphone dalle dimensioni dello schermo medie, che vanno dai 4.5 pollici fino ai 5 pollici o se si è disposti ad avere un dispositivo dalle dimensioni un pò più generose si può puntare su un 5.5 pollici che è ottimo da usare sia durante la navigazione online che nel normale utilizzo dei menù e impostazioni, in questo caso però il prezzo da pagare sono le dimensioni maggiori del telefono e una maggiore scomodità nel tenerlo in mano se queste sono un pò piccole.

Come scegliere lo smartphone Android: meglio display IPS, Amoled o LCD?
Pubblicità


Quando si deve scegliere lo smartphone Android, si deve tenere conto anche della tecnologia in uso dallo schermo del dispositivo, da quì infatti oltre a cambiare la qualità dell’immagine ottenuta, cambia di parecchio anche il prezzo. Per saperne di più sulla differenza tra i diversi schermi ti rimando alla lettura dell’articolo che tratta le differenze tra un display Retina, Amoled e Lcd.

Che risoluzione deve avere uno schermo per uno smartphone Android?
Pubblicità


La qualità di una immagine che appare sul display di uno smartphone Android dipende dalla risoluzione che ha. Maggiore è la risoluzione dello schermo, più piccoli saranno i pixel e meno percepibili saranno per l’occhio umano. Quando dovrai scegliere lo smartphone Android, considera sempre la risoluzione. Ad esempio una risoluzione HD ha 1280 x 720 pixel per quanto buona per l’occhio umano, sarà inferiore alla risoluzione di uno schermo di un Full HD da 1920 x 1080 pixel che avendo maggiori pixel, restituirà una qualità d’immagine superiore. Ci sono poi i Quad HD da 2560 x 1440 pixel con risoluzione ad alta definizione che sono superiori ai display HD del doppio dei pixel.

Come scegliere lo smartphone Android: il led di notifica
Pubblicità


Trovo che il led di notifica sia qualcosa di indispensabile. Permette infatti di rendersi conto se si è ricevuto un messaggio, una chiamata ecc., semplicemente guardando se questo led è acceso e in alcuni modelli, in base al colore che viene generato dal led è possibile capire da subito che tipo di notifica si è ricevuto.

Come scegliere lo smartphone Android: uso normale o lavoro di cantiere?
Pubblicità


Ormai lo smartphone è necessario usarlo anche per lavoro, ci sono però lavori dove lo smartphone sta poggiato in una scrivania, altri invece dove deve affrontare terra, sporco, cemento, cadute ecc.. In quest’ultimo caso è sconsigliato acquistare un normale smartphone, ma è meglio comparare uno smartphone adatto a un uso in cantiere, che non si rompa quando cade a terra, che resista allo sporco, acqua ecc., insomma a seconda del lavoro che si fa, se non si vuole comprare un nuovo smartphone di tanto in tanto è meglio spendere una sola volta e comprarne uno adatto per il cantiere, ben corazzato e adatto all’uso in condizioni “estreme” come quelle richieste in alcuni lavori. Tra questi smartphone corazzati, consiglio quello della CAT, di cui puoi leggere anche la recensione completa del modello S60. Se poi non si è disposti a spendere per uno smartphone da lavoro, consiglio un telefono economico, con una spessa cover e protezione allo schermo per evitare le rotture dovute all’attività lavorativa. Per un normale lavoro da scrivania invece va bene un qualsiasi smartphone in quanto i pericoli di rottura sono nettamente inferiori.

L’importanza dei materiali quando si deve scegliere lo smartphone Android
Pubblicità


Esistono materiali di pregio per gli smartphone, che vanno dalla scocca, alle cover, il materiale del display e la protezione che evita graffi e impronte, è molto importante che quando si deve scegliere lo smartphone Android si controllino i materiali di costruzione. Uno smartphone interamente in plastica, costerà infatti sicuramente meno di un dispositivo costruito in metallo o con i rivestimenti interamente in vetro.

Come scegliere lo smartphone considerando il processore montato
Pubblicità


Il processore è il cuore di un dispositivo Android, è questo infatti che ne regola maggiormente la potenza e ne migliora o peggiora l’esperienza d’uso. Migliore e più aggiornato sarà il processore e migliore sarà la velocità, fluidità e reattività del sistema operativo. In commercio esistono tantissimi modelli di processori, ma quelli maggiormente usati dalle marche più famose sono:

  • Qualcomm Snapdragon: disponibili in diverse varianti 200-400-801-805, sono i modelli di processore utilizzati su tantissimi smartphone Android di ogni fascia. Il loro punto forte sono le prestazioni, mentre il punto debole è il prezzo. Solitamente sono processori montati su smartphone di buona/ottima qualità.
  • MediaTek: è un processore che viene usato particolarmente su dispositivi Android Dual Sim e se inizialmente veniva montato in particolar modo su smartphone economici dal prezzo contenuto, ora invece vengono montati anche su Top di gamma con ottime prestazioni. Disponibile in diverse varianti come MT658x e MT659x.
  • HiSilicon: sono i processori che vengono montati dalla Huawei e nominati Kirin in varianti come 910 e 920. Hanno la particolarità di essere poco assetati di energia, quindi a tutto vantaggio del risparmio energetico pur avendo ottime prestazioni.
  • Exynos: anche Samsung ha i suoi processori, parliamo degli Exynos. Utilizzati su smartphone creati dalla casa, vengono montati in diverse modelli, su dispositivi adatti sia alla fascia bassa che a quella Top di gamma.
Come scegliere lo smartphone considerando la RAM
Pubblicità


Ultimamente sembra che le case produttrici stiano facendo a gara a chi raggiunge una RAM maggiore, ma è necessario avere 6 o 8 GB di RAM o ne basta molto meno? Dipende dall’uso che ne si fa ovviamente anche se bisogna dire che una quantità di RAM elevata non fa di certo male, ma deve essere anche ben gestita, altrimenti fa solo scena. Diciamo che per un uso normale, considerando le applicazioni del momento 2-3 GB di RAM ben gestite dal sistema operativo sono abbastanza sufficienti per un buon uso dello smartphone Android.

L’importanza della fotocamera quando si deve scegliere lo smartphone
Pubblicità


La fotocamera è diventato un punto importante per la scelta di un dispositivo. C’è chi infatti usa spesso lo smartphone per fare le fotografie e i video, quindi pretende una certa qualità delle immagini quando utilizza la fotocamera del telefono. Quando si deve scegliere la migliore fotocamera per smartphone non ci si deve fermare ai Megapixel dichiarati dal produttore e che vengono inseriti sulle caratteristiche dello smartphone, ma a quelli reali e la qualità globale dell’immagine che viene generata. Uno smartphone avente fotocamera da 20 Megapixel potrebbe realizzare foto nettamente peggiori di una fotocamera da 13 Megapixel se è creata con materiali scadenti o con una cattiva gestione del software. In questi casi ci si deve affidare alle recensioni di chi ha già provato il prodotto o nel caso si provi in negozio fisico il dispositivo, è buona norma prima di comprare lo smartphone provare a fare delle foto e vedere se il risultati soddisfano le aspettative per quanto riguarda qualità e particolari degli scatti. Quando si deve scegliere lo smartphone Android, particolare attenzione oltre che alla fotocamera va data anche al flash, infatti non tutti gli smartphone ne sono provvisti, in particolare quelli molto economici, mentre quelli che ne sono provvisti, bisogna vedere quanto riescono a migliorare la qualità dell’immagine in notturna o con poca luce. Mentre con la luce a sufficienza non è difficile avere buoni scatti, una buona fotocamera si riconosce in particolar modo in notturna in quanto con il calare della luce per la maggior parte delle fotocamere per smartphone, aumenta la rumorosità e diminuiscono i particolari, minore sarà la rumorosità e maggiore il “trattenimento” dei particolari, migliore sarà la qualità della fotocamera, ma per avere foto di questo tipo, attualmente solo i top di gamma sono in grado di raggiungere certe prestazioni. Quando scatti una foto di prova dello smartphone che ti piace, presta attenzione anche al tempo di messa a fuoco, quanto più sarà minore, quanto più velocemente verrà scattata la foto.

Come scegliere lo smartphone Android pensando anche ai futuri aggiornamenti
Pubblicità


Quando si acquista uno smartphone bisogna pensare anche ai suoi futuri aggiornamenti del firmware. Bisogna sempre tenere in considerazione che quando uno smartphone entra in produzione potrebbe avere qualche piccolo bug di cui magari non ci si accorge subito se non dopo mesi magari perchè non si presenta spesso e che può essere risolto solo tramite un aggiornamento del firmware da parte della casa madre, ma se questi aggiornamenti non vengono rilasciati, lo smartphone rimarrà con qualche bug o potrà essere eliminato solo con operazioni di modding. Anche il sistema operativo Android va aggiornato ed è importante che il dispositivo acquistato riceva gli aggiornamenti delle nuove versioni di Android. Questo perchè Android è in continua evoluzione e migliora sempre più la qualità del sistema operativo sotto diversi aspetti: risparmio energetico, fluidità, migliore gestione della RAM, sicurezza e tanto altro. Quando quindi devi scegliere lo smartphone Android cerca di informarti prima se il produttore è solito aggiornare i suoi dispositivi o se invece la versione di Android che è presente sullo smartphone sarà la prima e ultima versione che vedrà.

Come scegliere lo smartphone Android prestando attenzione all’autonomia
Pubblicità


Lo smartphone permette a differenza di un noromale telefono, permette non solo di chiamare e inviare sms, ma anche di navigare in rete, usare le social app, ricevere notifiche ecc., ma tutte queste funzioni pro, hanno il contro di consumare energia che viene fornita dalla batteria. Proprio per questo motivo è buona norma controllare sempre la capacità della batteria. Oggi infatti una batteria da 1500 mAh potrebbero essere insufficiente per un normale smartphone, mentre una batteria di capacità doppia di 3000 mAh riesce sicuramente a soddisfare le esigenze di tanti possessori di smartphone in quanto anche se il dispositivo viene utilizzato senza troppe attenzioni sui consumi, permette quasi sempre di arrivare fino a sera. Per quanto riguarda la batteria consiglio quindi di controllare che sia con una capacità il più elevato possibile, questo per non rimanere con lo smartphone scarico dopo 2-3 ore di utilizzo. Se poi proprio ti piace un determinato modello di smartphone ma ha come difetto una scarsa autonomia, controlla che sia disponibile la ricarica rapida, che in circa un’ora riesce a ricaricare completamente la batteria.

Come scegliere lo smartphone Android: batteria removibile o no?
Pubblicità


Preferisco di gran lunga lo smartphone con batteria removibile. Questo per varie ragioni: se si blocca lo smartphone per qualsiasi ragione posso staccare la batteria e si spegne, mentre se la batteria è fissa è impossibile effettuare questa operazione. Se uso molto lo smartphone durante il giorno e non ho possibilità di effettuare una ricarica perchè ad esempio sono in campagna o in zona priva di prese elettriche, posso cambiare la batteria scarica con una di scorta carica, con invece una batteria non removibile dimenticatevi la sostituzione della batteria, al massimo si potrà usare un power bank che tra l’altro è tutt’altro che comodo da usare.

Come scegliere lo smartphone Android: quali sensori?
Pubblicità


Uno smartphone Android è dotato di diversi sensori, ma quelli che ti consiglio di avere sono:

  • Sensore di luminosità: è un sensore che regola in automatico la luminosità dello schermo in maniera dinamica basandosi sulla quantità di luce presente nell’ambiente cicostante.
  • Sensore biometrico: è il sensore che riconosce le impronte digitali. Questo sensore è stato adottato da tantissimi smartphone di recente produzione e permette lo sblocco in alternativa alla normale password. La particolarità di questo sensore è che lo sblocco del telefono è possibile sono con l’impronta digitale del possessore dello smartphone.
  • Giroscopio: questo sensore deve necessariamente esserci nello smartphone di chi vuole usare il dispositivo per la realtà virtuale. Questo permette infatti la visione a 360 gradi dello scenario virtuale.
  • Magnetometro: è il sensore che deve essere presente se si vuole uno smartphone che funzioni anche da metal detector e bussola.
  • Prossimità: è quel sensore che quando si avvicina lo smartphone all’orecchio spegne lo schermo, mentre lo riaccende quando ci si allontana. Molto utile per risparmiare energia durante la chiamata.

Questa guida su come scegliere lo smartphone Android e cosa sapere prima di comprarlo è terminata. Hai già deciso quale acquistare? Prova a dare uno sguardo al nostro SHOP e prova a vedere se trovi quello che più si adatta alle tue esigenze e fascia di prezzo.

Pubblicità