Guide
Come avere iMessage su Android e Windows [GUIDA]

Pubblicità

Oggi vedremo con questa guida come avere iMessage su Android e Windows. iMessage è un’applicazione sviluppata da Apple che ti consente di poter inviare messaggi di testo, video, foto e registrazioni audio utilizzando una connessione Wi-Fi o dati mobili. Sebbene iMessage sia progettato per funzionare esclusivamente per i dispositivi Apple, esistono alcuni trucchi per consentire anche al tuo dispositivo Android e Windows di poterlo usare lo stesso. In questa guida, ti mostreremo proprio come utilizzare iMessage sui tuoi dispositivi Android e anche Windows, oltre a informarti anche su alcuni dei rischi che potresti incontrare quando fai uso di iMessage su un device che non é della Apple.

Pubblicità


Come avere iMessage su Android e Windows: introduzione
Pubblicità


I metodi che si possono usare per poter utilizzare iMessage sui dispositivi non Apple, possono variare in difficoltà, anche se quasi tutti i modi efficaci richiedono il fatto che si sia già in possesso di un dispositivo della Apple. Ci sono anche altre diverse soluzioni alternative, ma le soluzioni che troverai di seguito in questa guida, ti mostreranno proprio come utilizzare in dettaglio iMessage sul tuo PC Windows o sul tuo smartphone Android. Iniziamo proprio da quest’ultimo, quindi vediamo subito come avere iMessage su Android.

Come avere iMessage su Android e Windows: metodo sa seguire per avere iMessage su Android (computer MAC necessario)
Pubblicità


AirMessage è un servizio che essenzialmente inoltra i messaggi dalla tua app iMessage a un browser o al tuo dispositivo Android. Per poter far funzionare questo metodo però avrai bisogno di un computer Mac. Ecco di seguito tutti i passaggi seguire:

  • Devi accedere al sito Web di AirMessage usando il tuo computer Mac e scaricare il server. Ecco un link diretto per scaricare il download di AirMessage server, quindi assicurati di aggiungere l’app alla cartella Applicazioni
  • Una volta avviata l’app dal computer, riceverai un messaggio pop-up di benvenuto. Fai clic sul pulsante Collega un account (consigliato) e inserisci il tuo account Gmail per poter fare la registrazione
  • Una volta che é stata aperta l’applicazione, ti verrà chiesto di consentire ad AirMessage di inviare e leggere i tuoi messaggi. Assicurati di dare l’autorizzazione all’app, quindi devi cliccare sul pulsante Apri Preferenze di Sistema per poter iniziare
  • Per poter consentire l’invio manualmente, vai su Preferenze di Sistema > Sicurezza e Privacy > Privacy > Automazione per poterlo abilitare. Se vuoi poi aggiungere la possibilità di leggere i messaggi, vai su Preferenze di Sistema > Sicurezza e Privacy > Privacy > Accesso completo al disco, quindi aggiungi l’app AirMessage
  • Il tuo computer Mac dovrebbe essere sempre attivo per poter utilizzare il servizio, quindi ti suggerisco di disattivare la modalità di sospensione per impedire che il device diventi non disponibile. Per poterlo fare ti basta andare nel menu Risparmio Energia da Preferenze di Sistema, quindi devi spostare il cursore di  Sospensione computer su Mai
  • Adesso puoi scaricare l’app AirMessage dal Google Play Store sul tuo smartphone Android,  quindi accedi utilizzando lo stesso account Gmail che hai utilizzato per il tuo computer Mac
Come avere iMessage su Android e Windows: metodo sa seguire per avere iMessage su Windows (computer MAC necessario)
Pubblicità


Stessi passaggi visti sopra dove é previsto l’uso di AirMessage, ma stavolta dovendo usare iMessage su Windows, dovrai accedere alla versione web di AirMessage dal browser del tuo PC con Windows come sistema operativo. Anche stavolta dovrai usare lo stesso account Gmail che avevi già usato sul tuo computer Mac. Una volta fatto tutto, potrai usare iMessage attraverso AirMessage via web.

Come avere iMessage su Android e Windows: usa Chrome Remote Desktop su Windows
Pubblicità


Anche stavolta per poter usare iMessage dovrai avere a disposizione un computer Mac a cui poterti collegare. Il metodo che vedremo adesso per usare iMessage su Windows e poi su Android, prevede l’utilizzo dell’estensione per Chrome che si chiama Chrome Remote Desktop. Vediamo come procedere (considera che dovrai usare lo stesso account Gmail):

  • Come prima cosa ti devi assicurare che il browser Chrome sia installato sul tuo computer Mac. Anche il tuo PC con installato il sistema operativo Windows deve avere installato Chrome visto che è da lì che desideri accedere a iMessage
  • Avvia quindi Chrome con un clic del mouse e scarica l’estensione Chrome Remote Desktop da qui facendo clic sul pulsante Aggiungi a Chrome
  • Devi quindi accedere all’estensione cliccando sull’icona a forma di Puzzle che si trova nel browser Chrome in alto a destra, accanto all’icona circolare del tuo profilo Google
  • Devi configurare adesso l’accesso remoto e per poterlo fare devi cliccare su Download e a questo punto Chrome Remote Desktop avvierà il processo di installazione durante il quale non dovrai chiudere la finestra e dovrai attendere l’apertura del programma di installazione dell’host
  • Verrà visualizzata adesso una nuova finestra dove ti verranno mostrati tutti i passaggi che devono essere seguiti per riuscire a installare Chrome Remote Desktop. Fai clic con il mouse su Continua e seleziona il disco dove vuoi installare il software, quindi clicca nuovamente su Continua
  • Clicca adesso su Installa e se vuoi che il software venga installato in una destinazione diversa da quella predefinita, fai clic su Cambia posizione di installazione
  • Adesso ti verrà richiesto di inserire il nome di un dispositivo, digita quindi il suo nome e fai clic su Avanti per poter continuare
  • Seleziona anche un codice PIN che dovrà contenere almeno 6 numeri e che ti servirà per poterti connettere al tuo dispositivo da remoto. Fatto ciò, puoi continuare premendo su Avvia
  • Sarà necessario adesso, concedere l’autorizzazione per poter fare uso di Chrome Remote Desktop e completare il processo di installazione. Si può fare molto facilmente, cliccando con il mouse su Apri preferenze di accessibilità e dal riquadro Accessibilità si dovrà selezionare la casella che si può vedere accanto alla voce Chrome Remote Desktop Host. Se noti che la voce é già spuntata, devi deselezionarla e spuntarla di nuovo
  • Ti verrà mostrata a questo punto un’altra finestra dove ti verrà fatta la richiesta di concedere l’autorizzazione per la registrazione dello schermo al software. Per dare il permesso, devi cliccare su Apri le preferenze di registrazione dello schermo, quindi dovrai selezionare la casella accanto a Chrome Remote Desktop Host
  • Bene ci siamo, se hai seguito tutti i passaggi appena visti sei quasi pronto a usare iMessage grazie a Chrome Remote Desktop e non ti resta altro da fare che cliccare su Ok con il mouse e subito dopo su Chiudi. Così facendo dovresti attendere qualche secondo e l’estensione dovrebbe mostrare che lo stato del desktop remoto del tuo dispositivo è ora online
  • Clicca su Genera codice per condividere lo schermo e copia il codice di accesso che ti é stato fornito
  • Avvia adesso Chrome su Windows e apri l’estensione Chrome Remote Desktop
  • Incolla il codice di accesso che hai copiato dal tuo Mac nella scheda Connetti a un altro computer, quindi fai clic su Connetti
  • Dovrebbe iniziare adesso la sessione su Windows, mentre sul tuo Mac apparirà una nuova finestra. Clicca adesso su Condividi per consentire al tuo dispositivo Windows di vedere e controllare il tuo dispositivo
  • Una volta che ricevi il messaggio che ti informa che (la tua email) è ora connessa a questa macchina, dovresti essere in grado di controllare il tuo computer Mac dal tuo dispositivo Windows
  • Non rimane altro da fare che aprire l’app Messaggi sul tuo dispositivo Mac e avviare iMessage su Windows
Come avere iMessage su Android e Windows: usa Chrome Remote Desktop su Android
Pubblicità


In alternativa, per gli utenti Android, é possibile procedere con il download dal Google Play Store dell’app Chrome Remote Desktop, che funziona allo stesso modo della versione Web che abbiamo appena visto sopra per il browser. Ricorda anche in questo caso che dovrai usare sempre lo stesso account Gmail.

Come avere iMessage su Android e Windows: quali rischi si corrono nell’usare questi metodi per poter fare uso di iMessage su Android e Windows
Pubblicità


Poiché sia AirMessage che Chrome Remote Desktop utilizzano una crittografia avanzata, le tue informazioni sono protette durante l’utilizzo. La principale ragione di pericolo sta più che altro nella sicurezza del tuo account Gmail. Chiunque abbia infatti accesso al tuo account Gmail, ad esempio, potrebbe semplicemente scaricare l’estensione Chrome Remote Desktop sul proprio browser Chrome e dirottare la tua sessione remota se é a conoscenza del tuo PIN. Si avrebbe praticamente accesso a qualsiasi informazione memorizzata sul tuo computer Mac in questo modo. AirMessage condivide una minaccia simile, questo perché è necessario che l’utente si connetta utilizzando il proprio account Gmail e fornisca l’autorizzazione software per leggere i dati dal proprio dispositivo. La maggior parte di questi problemi può essere evitata utilizzando una password molto forte sul proprio account Gmail ed evitando email e link che possono apparire sospette. Inoltre, non dovresti rivelare mai le informazioni del tuo account a nessun altro.

Pubblicità
Pubblicità

Questo sito Web utilizza i cookie inclusi quelli di profilazione e terze parti per raccogliere informazioni sulle visite, migliorare la navigazione e mostrare annunci pubblicitari pertinenti. Consulta la nostra pagina Privacy & Cookie Policy per ulteriori dettagli e visualizzare la lista dei fornitori pubblicitari o puoi accettare premendo sul pulsante Accetta.

Imposta quali cookie vuoi consentire o bloccare

Visitando questo sito web, potrebbero venire memorizzati o recuperate delle informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookie. Queste informazioni potrebbero riguardare te, le tue preferenze o il dispositivo con cui hai avuto accesso e vengono utilizzate principalmente per far funzionare il sito nella maniera corretta. Le informazioni rilevate attraverso i cookie non sono in grado di identificarti direttamente, ma servono per offrirti un'esperienza web più adatta al tuo profilo utente. Poiché rispettiamo il tuo diritto alla privacy, puoi scegliere dal pannello che troverai di seguito di non consentire alcuni tipi di cookie o solo alcuni di essi. Usa l'interruttore di fianco a ogni categoria di cookie per gestire le tue preferenze, usa però questa funzione con molta attenzione, infatti, tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire negativamente sulla tua esperienza sul sito e sui servizi che siamo in grado di offrire. Se vuoi che il sito in questione possa offrirti il massimo per quanto riguarda i suoi contenuti, dovresti accettare tutti i cookie, diversamente l'esperienza utente potrebbe peggiorare. Nel caso dovessi ripensarci, nel caso avessi impostato male la tua decisione su quali cookie rifiutare su questo sito, in qualsiasi momento potrai cambiare la tua scelta premendo sul link "Reset Cookie" che trovi a fondo pagina. La durata dei cookie è di 365 giorni a partire dal momento in cui vengono accettati dall'utente.

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire o rifiutare su questo sito web e una volta fatta la tua scelta, clicca sul pulsante "Salva le impostazioni sui cookie" per rendere effettiva la tua decisione.

FunzionaliIl nostro sito web utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per far funzionare il nostro sito web.

AnaliticiIl nostro sito Web utilizza cookie analitici per consentire di analizzare il nostro sito Web e ottimizzarlo allo scopo di migliorarne l'usabilità. Le visite tracciate sono anonime.

Social MediaIl nostro sito Web inserisce cookie di social media per mostrarti contenuti di terze parti come YouTube e FaceBook. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

Ads PersonalizzatiIl nostro sito web inserisce cookie pubblicitari per mostrarti pubblicità di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltroIl nostro sito web inserisce cookie di terze parti da altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.