Guide

Come collegare uno smartphone o un tablet Android al proiettore via Wi-Fi o Cavo [GUIDA]

Oggi con questa guida vedremo come collegare uno smartphone o un tablet Android al proiettore via Wi-Fi o Cavo, in questa maniera se le dimensioni del display del telefono non ti dovessero soddisfare, grazie a un proiettore, potrai proiettare il contenuto dello schermo su un telo per proiezione o se vorrai direttamente sul muro vedendo tutto più in grande. In questa guida troverai i metodi sia per poter collegare il proiettore al telefono o tablet via wireless, che utilizzando un classico cavo. In questo modo non avrai più bisogno di portarti dietro un ingombrante e scomodo notebook per mostrare ad esempio delle foto o presentazioni, per le riunioni di lavoro dove dovrai mostrare delle cose con un proiettore, ma se i dati da mostrare sono contenuti dentro lo smartphone / tablet, potrai usare direttamente il tuo telefono o tablet Android in accoppiata con un proiettore.

Link Sponsorizzati

Si può collegare un telefono/tablet Android al proiettore sia usando un sistema wireless che via cavo. Iniziamo con il metodo Wi-Fi, poi passiamo al secondo metodo, ovvero quello cablato.

Come collegare uno smartphone o un tablet Android al proiettore via Wi-Fi o Cavo:  collegamento tramite connessione wireless

Attraverso l’uso di adattatori wireless per lo streaming e il supporto del mirroring per il proiettore, è possibile visualizzare su grande schermo il contenuto del display di un dispositivo Android come un telefono o un tablet, ma per fare ciò avrai bisogno di un’applicazione apposita per poter collegare uno smartphone o tablet Android al proiettore usando una connessione wireless. Ovviamente, dovendo usare una connessione Wi-Fi, si avrà bisogno dell’accesso alla rete wireless locale, che sia di casa o della rete usata a lavoro. In assenza dell’accesso alla rete wireless che mette in comunicazione il device Android con il proiettore, non sarà possibile usare questa soluzione e sarà meglio passare invece al metodo alternativo dove viene usata una rete cablata. Per poter collegare un telefono / tablet Android a un proiettore via Wi-Fi, possiamo usare:

  • Chromecast: uno dei metodi più semplici per poter collegare lo smartphone o anche un tablet ovviamente Android a un proiettore in modalità wireless, è attraverso l’uso di un adattatore streaming Chromecast. Questo piccolo dispositivo permette il collegamento di un telefono o tablet Android a un qualsiasi proiettore dotato di porta HDMI e si può acquistare facilmente presso i migliori negozi di elettronica fisici e online. Chromecast è ormai una parte importante dell’ecosistema di Google e molte applicazioni, tra cui Spotify e Netflix, presentano dei pulsanti che con un solo clic permettono la loro trasmissione sul grande schermo attraverso Chromecast. In alternativa, da Google Home, è possibile trasmettere l’intero contenuto visualizzato nello schermo del tuo dispositivo, utilizzando il pulsante Trasmetti schermo/audio dal menu di navigazione di Android
  • Streaming del produttore del proiettore: in questo caso parliamo più che altro di proiettori smart, con integrate delle funzionalità intelligenti. Diverse aziende come la Samsung, LG ecc., hanno iniziato a includere nei loro proiettori (e anche televisori) il supporto allo streaming video. Nel caso non ne fossi ancora a conoscenza, per verificare se il tuo proiettore dispone del supporto per il mirroring dello streaming o del dispositivo wireless, ti basterà cercare il numero del modello del proiettore sul sito web del produttore e verificarne il supporto. Se il proiettore consente la connessione ai dispositivi esterni, come ad esempio il tuo tablet Android, per poter eseguire il mirroring dovresti poi scaricare l’applicazione del produttore del proiettore dal Google Play Store adatta al dispositivo di proiezione in tuo possesso. I produttori di proiettori, potrebbero gestire lo streaming in maniera leggermente differente tra loro, tuttavia, munirsi di un proiettore smart è un modo veloce per impostare rapidamente lo streaming dal proprio smartphone o tablet Android

Abbiamo visto quindi come collegare un telefono / tablet Android a un proiettore usando una connessione wireless, sia usando un sistema esterno come Google Chromecast, che usando un sistema di trasmissione proprietario ideato dal produttore del proiettore. Entrambe le soluzioni necessitano ovviamente del collegamento dei due dispositivi, smartphone e proiettore, alla stessa rete Wi-Fi per poter visualizzare il contenuto visibile sullo schermo del telefono. Vediamo ora invece come collegare un tablet o smartphone Android a un proiettore usando un cavo apposito.

Come collegare uno smartphone o un tablet Android al proiettore via Wi-Fi o Cavo: connessione via cavo

Poter collegare uno smartphone o un tablet Android a un proiettore non è sempre una cosa possibile via wireless. Se infatti non si ha accesso alla rete Wi-Fi o se proprio il proiettore non permette questa modalità di collegamento, in tal caso, la soluzione più rapida per poter collegare uno smartphone o un tablet Android al proiettore è quella di usare un cavo apposito. Vediamo come:

  • HDMI: la maggior parte dei proiettori che troviamo in commercio dispongono di una porta HDMI integrata per poter supportare una connessione video cablata e alcuni telefoni e tablet Android, anche se ormai sempre più raramente potrebbero avere una porta Mini-HDMI esterna che può essere usata per poter collegare un cavo adattatore da Mini-HDMI a HDMI. La porta HDMI supporta sia l’audio che i video, ciò quindi significa che il singolo cavo HDMI potrà essere usato sia per fornire il formato video che audio al proiettore. Possiamo avere poi i dispositivi telefonici dotati di porta USB-C che tramite un adattatore da USB-C a HDMI, permettono il supporto della connessione da telefono a proiettore. Nel caso sia in possesso di un telefono o di un tablet Android con integrata una porta USB-C, dovresti controllare se il produttore del dispositivo, permette l’uso di un adattatore per uscita HDMI per poter mettere in comunicazione lo smartphone Android con il proiettore
  • MHL: in questo caso si farà uso della porta micro-USB dello smartphone e questa porta presente sul tuo telefono Android, potrebbe essere più potente di quando non immagini. Alcuni produttori supportano il nuovo standard chiamato MHL che permette di trasmettere i segnali video e audio attraverso il montaggio di un adattatore nella porta micro-USB dello smartphone. Se il tuo dispositivo è supportato, non dovrai fare altro che comprare un cavo adattatore MHL-HDMI per poter collegare un tablet o un telefono Android al proiettore. Sembra che ormai però questo standard sia stato abbandonato con i nuovi dispositivi che adesso usano invece porte del tipo USB-C, tuttavia, collegandoti a questa pagina, potrai guardare se il tuo telefono supporta lo standard MHL

Siamo arrivati al termine di questa guida su come collegare uno smartphone o un tablet Android al proiettore via Wi-Fi o Cavo e come hai potuto vedere possiamo usare con ottimi risultati i diversi metodi, sia per il collegamento wireless, dove non avremo bisogno di alcun cavo per il collegamento, sia per il sistema via cavo, dove invece faremo uso di un collegamento cablato per poter trasmettere l’audio e il video dallo smartphone al proiettore. In alcuni casi potrebbe essere meglio usare un collegamento Wi-Fi, in quanto rende la connessione tra i due dispositivi più pulita, in altri casi invece potrebbe essere più adatta una connessione via cavo. Ovviamente potrai scegliere la soluzione che più ti soddisfa in base alle tue esigenze.

Link Sponsorizzati