Guide

Come si fa a sapere quali sono le applicazioni che usano la posizione su Android [GUIDA]

Pubblicità

Oggi vedremo come si fa a sapere quali sono le applicazioni che usano la posizione su Android. Diverse app hanno bisogno di accedere al sistema di geolocalizzazione dello smartphone e tra queste abbiamo ad esempio i classici navigatori satellitari come Waze a cui la posizione serve per poterci individuare e per farci raggiungere la meta desiderata, ma ci sono anche tante altre applicazioni che possono aver bisogno di accedere alla posizione GPS, come ad esempio Telegram per scoprire le persone che stanno vicino a noi oppure WhatsApp per poter usare la funzione per condividere la propria posizione e poter essere trovati più facilmente dagli altri. Ci sono poi alcune applicazioni, come quelle per conoscere nuova gente e che richiedono l’accesso alla posizione e questo è necessario per farti vedere le persone che stanno accanto al luogo in cui ti trovi.

Pubblicità

Ci sono però anche applicazioni per Android che richiedono l’accesso alla geolocalizzazione anche se non c’è apparentemente un motivo valido. Un esempio sono le app come le torce o alcuni giochi che richiedono la posizione dell’utente senza che ci sia un valido motivo e a volte può capitare con la fretta di dare il permesso per poter essere geolocalizzati senza rendersene conto, magari mentre si è distratti oppure semplicemente si da l’autorizzazione richiesta senza pensare che alla fine non c’è bisogno per il funzionamento dell’app, mettendo però così in questo modo in secondo piano la nostra privacy e a volte anche la nostra sicurezza. Se vuoi sapere quali sono le applicazioni che usano la posizione su Android e nel caso modificare i permessi dati, questa guida fa proprio a caso tuo e vedremo infatti come trovare queste applicazioni e come cambiare l’autorizzazione data per la geolocalizzazione a seconda del bisogno.

Come si fa a sapere quali sono le applicazioni che usano la posizione su Android: quali sono i diversi tipi di autorizzazioni che possono essere forniti a un’app per la geolocalizzazione

Sono diverse le opzioni che possono essere selezionate per un’app quando si tratta di poter essere geolocalizzati. Alcune app per il loro funzionamento necessitano di un uso continuo della posizione GPS del tuo smartphone, come può essere il navigatore satellitare, mentre altre applicazioni, come ad esempio quelle per gli appuntamenti hanno bisogno di geolocalizzare l’utente solo una volta per comprendere la zona in cui si trova e mostrargli le persone nelle vicinanze.

Quando si installa un’applicazione e questa richiede il permesso all’utente per poter accedere alla posizione, possono essere diverse le opzioni che si possono scegliere:

  • Consenti sempre: in questo caso l’applicazione può avere sempre accesso alla tua posizione, anche quando non stai utilizzando l’app
  • Consenti solo mentre usi l’app: l’applicazione può accedere alla tua posizione GPS attuale soltanto quando la stai usando
  • Rifiuta: in questo caso impedisci all’applicazione di poter accedere alla tua posizione, ma ti potrà essere richiesto la prossima volta che accedi all’app di dare il permesso per poterti geolocalizzare
  • Rifiuta non chiedermelo più: in questo caso il rifiuto è permanente e l’app non chiederà più l’accesso alla tua posizione

A volte si da il consenso anche ad applicazioni che richiedono la posizione ma che non hanno bisogno di questa autorizzazione per poter funzionare. Questo può essere un problema per la nostra privacy, ma fortunatamente da Android è possibile sapere quali sono tutte le applicazioni che hanno accesso o meno alla nostra posizione e modificare questo permesso per ogni app se necessario.

Come si fa a sapere quali sono le applicazioni che usano la posizione su Android: come faccio a sapere se un’app sta avendo accesso alla mia posizione

Se vuoi sapere se un’applicazione sta avendo accesso alla tua posizione è molto semplice scoprirlo, questo perché quando l’app sta usando la geolocalizzazione per sapere dove sei, viene mostrata un’icona nella barra di stato dello smartphone Android. Qui nell’immagine sotto puoi vedere nella barra di stato l’icona () che indica che la geolocalizzazione è attiva ed è anche ben visibile e infatti stiamo usando Waze come navigatore e in questo caso è necessario che si venga geolocalizzati per un corretto funzionamento dell’applicazione.

Se noti che l’icona della geolocalizzazione è visibile nella barra di stato, ma l’app che stai usando non ha bisogno di conoscere la tua posizione per poter funzionare, sarebbe meglio allora disattivare il prima possibile questa autorizzazione, ma di come si può fare ne parliamo nella sezione successiva.

Come si fa a sapere quali sono le applicazioni che usano la posizione su Android: procedimento per scoprire le app impostate su “Sempre consentite”, “Consentite solo durante l’uso”, “Rifiutate”

Le applicazioni che hanno chiesto l’accesso alla tua posizione, a seconda di cosa hai selezionato al momento della richiesta possono essere posizionate negli elenchi: “Sempre consentite“, “Consentite solo durante l’uso“, “Rifiutate“. Per conoscere quali sono le applicazioni a cui hai dato l’autorizzazione per poter accedere alla tua posizione, questi sono i passaggi che devi seguire:

  • Tocca l’icona delle Impostazioni del telefono
  • Seleziona adesso la voce Servizi di localizzazione

  • Ora devi premere su Posizione per andare avanti

  • Adesso ti verranno mostrate in una nuova schermata tutte le applicazioni per cui è stato dato il permesso ad accedere sempre alla tua posizione, durante l’uso e quelle per cui hai invece selezionato il rifiuto. Per capirci meglio, le app sotto Sempre consentite e Consentite solo durante l’uso sono autorizzate ad accedere alla geolocalizzazione, mentre le app sotto Rifiutate invece no.

Come si fa a sapere quali sono le applicazioni che usano la posizione su Android: rivedi le autorizzazioni che hai dato in precedenza riguardo la geolocalizzazione

Hai dato il permesso a un’app per geolocalizzarti e adesso hai cambiato idea e vuoi togliere questa autorizzazione? Non hai dato il permesso a un’app per geolocalizzarti e adesso vuoi modificare questa scelta che hai fatto in precedenza? Poniamo l’esempio che vuoi modificare le autorizzazioni che hai fornito a WhatsApp riguardo la tua posizione. In tal caso puoi facilmente procedere con le modifiche seguendo questi passaggi che trovi indicati di seguito:

Se vuoi passare da Sempre consentite o Consentite solo durante l’uso a Rifiutate, devi selezionare con un tocco l’app a cui vuoi togliere l’autorizzazione per accedere alla geolocalizzazione, in questo esempio come abbiamo detto procederemo con WhatsApp:

  • Seleziona la voce Rifiuta

  • Adesso ti ritroverai WhatsApp sotto la lista Rifiutate. Ovviamente potrai fare anche al contrario e passare da Rifiutate a Consenti solo mentre usi l’app sempre seguendo i passaggi che abbiamo appena visto sopra
Come si fa a sapere quali sono le applicazioni che usano la posizione su Android: conclusioni

Abbiamo visto in questa guida come si fa a sapere quali sono le applicazioni a cui è stata data l’autorizzazione per poter accedere alla nostra posizione attraverso il GPS dello smartphone. Abbiamo anche visto come modificare questo stato e passare allo stato di rifiuto o di autorizzazione. Potrai evitare adesso a un’app che non necessita per il suo funzionamento di conoscere la posizione di poter accedere al tuo GPS per geolocalizzarti, in questo modo potrai utilizzare lo smartphone con una maggiore privacy e sicurezza. Alla prossima guida.

Pubblicità