Guide

Come usare la micro SD come memoria interna su Galaxy S7 e S7 EDGE

Pubblicità

In questa guida vedremo come usare la micro SD come memoria interna su Galaxy S7 e S7 EDGE. Con questo modello la Samsung ha reintrodotto la micro SD, solo che nonostante Marshmallow lo permetta, c’è il limite che la scheda SD non può essere usata come memoria interna, ma solo come memoria esterna per archiviare dati come foto, video e spostare applicazioni, grazie però a questa guida è possibile usare la micro SD come memoria interna su Galaxy S7 e S7 EDGE, scegliendo inoltre se utilizzare lo spazio di archiviazione SD in maniera completa o solo parziale.

Pubblicità

Vediamo quindi come usare la micro SD come memoria interna su Galaxy S7 e S7 EDGE:

  • Prima di procedere con la guida, accertati di avere ADB installato e funzionante sul PC, inoltre ovviamente serve avere disponibile una Micro SD che più è veloce e meglio è e che sia adatta al Samsung Galaxy S7/EDGE, come quella che puoi vedere cliccando su questo LINK
  • Attiva il Debug USB dello smartphone andando su Impostazioni > Info telefono > Premi 7 volte su Numero Build fino a quando non appare la pop up a indicare che sono attive le Opzioni sviluppatore, ora torna indietro e vai su Impostazioni > Opzioni sviluppatore > Attiva Debug USB
  • Se stai usando una Micro SD con dati salvati al suo interno come foto, video ecc., provvedi prima di tutto a fare un backup di tutto il contenuto e spostalo su PC
  • Una volta che è stato eseguito il backup del contenuto della Scheda SD, si può procedere nel formattarla
  • Ora decidi se vuoi partizionare la carta e usare solo una parte della sua memoria come memoria interna, mentre l’altra parte viene riconosciuta come memoria esterna o se utilizzare l’intero spazio di archiviazione della Scheda SD come memoria interna
  • Collega lo smartphone al Pc tramite cavo USB
  • Apri il prompt dei comandi ed esegui il comando adb shell
  • Adesso eseguendo il comando sm list-disks, si riceverà una immagine come quella in figura sotto e di cui si deve prendere nota degli ID che nell’esempio corrispondono a 179:160 e che verranno utilizzati nei seguenti passaggi, ma ovviamente con i valori reali ottenuti, non quelli dell’esempio

come-usare-la-micro-sd-come-memoria-interna-su-galaxy-s7-e-s7-edge

  • Adesso si può passare alla partizione della Scheda SD che come già detto sopra, si deve decidere se utilizzare l’intero spazio di archiviazione disponibile o se utilizzarne solo una parte come interna, mentre l’altra parte rimarrà riconosciuta come memoria esterna
  • Se si decide di utilizzare l’intera Scheda SD come memoria interna, si deve usare il comando sm partition disk:179:160 private (sostituisci 179:160 con gli ID reali ottenuti dal comando sm list-disks)
  • Se invece si decide di partizionare al 50% la Scheda SD, si deve usare il comando sm partition disk:179:160 mixed 50 (sostituisci 179:160 con gli ID reali ottenuti dal comando sm list-disks)
  • Adesso si deve attendere che termini il processo che dovrebbe durare qualche minuto, quindi una volta terminato, vai su Impostazioni > Impostazioni aggiuntive > e su Memoria del dispositivo dovrebbero essere visibili i nuovi valori della memoria interna, purtroppo nel totale errati e non corrispondenti alla realtà come si può vedere nella figura sotto, ma nonostante ciò tutto funziona in maniera corretta.

come-usare-la-micro-sd-come-memoria-interna-su-galaxy-s7-e-s7-edge-1           come-usare-la-micro-sd-come-memoria-interna-su-galaxy-s7-e-s7-edge-2

  • Per chi volesse avere una reale visione di come sono utilizzate le partizioni, si può scaricare l’applicazione FreeSpace da questo LINK
  • Le applicazioni una volta effettuata la modifica, verranno installate in maniera automatica nella memoria con maggiore capacità o in alternativa è possibile spostare le app manualmente nella nuova memoria interna. Ricorda però che la vera memoria interna, non quella ottenuta dalla Scheda SD, è sempre più veloce.

Attenzione! Megapk.it non si prende alcuna responsabilità in caso di brick o perdita di dati dovuti a un cattivo uso o male interpretazione di questa guida da parte dell’utente.

Fonte

Pubblicità