Guide

Cosa fare se Google Maps perde il segnale GPS su Android [GUIDA]

Pubblicità

Oggi vedremo cosa fare se Google Maps perde il segnale GPS su Android. Google Maps è un servizio di cartografia online fornito gratuitamente ai suoi utenti da Google. Maps, offre tra le sue funzioni principali mappe satellitari, mappe stradali, navigazione turn-by-turn, informazioni sul traffico, pianificazione di percorsi per automobilisti, ciclisti, trasporto pubblico e a piedi, oltre a molte altre funzionalità ancora. Google Maps è un servizio che possiamo trovare disponibile su dispositivi desktop e su dispositivi mobili come smartphone e tablet attraverso l’installazione dell’applicazione Google Maps e l’app in questione funziona in maniera molto semplice: si attiva il GPS, ci si collega a una connessione internet e si inserisce il luogo che si vuole raggiungere, mettendo ad esempio l’indirizzo e la città. quindi Maps con indicazioni su schermo della strada e con indicazioni vocali, sarà in grado di guidare l’utente fino alla destinazione. Se quando provi a utilizzare Google Maps dal tuo smartphone Android, ti rendi conto però che visualizzi un messaggio sullo schermo che ti informa che il segnale GPS è stato perso, possono essere diverse le cause per cui ciò sta accadendo e in questa guida vedremo proprio cosa fare se Google Maps perde il segnale GPS su Android.

Pubblicità

Google Maps, per poter svolgere la sua funzione di navigatore e portare al luogo esatto desiderato dall’utente, necessita di una connessione internet attiva sullo smartphone e del GPS in funzione. Il GPS è fondamentale per ottenere in tempo reale le corrette indicazioni da parte di Maps e se questo non funziona, inevitabilmente l’app come conseguenza non sarà in grado di funzionare come previsto. Il GPS, acronimo di Global Positioning System, è un sistema di posizionamento satellitare globale e per poter funzionare fa uso di una rete di satelliti per determinare la posizione di un ricevitore sulla Terra.

Più precisamente, il GPS funziona in questo modo:

  • Una rete di satelliti artificiali orbita attorno alla Terra e trasmette segnali radio
  • I ricevitori GPS presenti a Terra, come quelli integrati sugli smartphone Android, ricevono i segnali radio dai satelliti e li usano per calcolare la posizione precisa del ricevitore
  • Misurando il tempo impiegato dai segnali per arrivare dal satellite al ricevitore, il GPS è in grado di calcolare la distanza esatta tra satellite e ricevitore
  • Utilizzando la distanza da più satelliti, il ricevitore GPS può quindi determinare la posizione del ricevitore, la velocità e l’orario con una precisione molto elevata e che ha un margine di errore di soli pochi metri

I satelliti del GPS orbitano a circa 20.000 km di altitudine, quindi i segnali radio possono raggiungere qualsiasi punto sulla Terra, ed è per questo motivo che il GPS può funzionare praticamente in tutto il mondo. Se quando usi Google Maps visualizzi però la notifica che ti avvisa che il segnale GPS è perso, avrai grosse difficoltà a utilizzare il navigatore, ma con le soluzioni che trovi di seguito e che sono quelle che hanno funzionato meglio con gli utenti che hanno riscontrato il tuo stesso problema, dovresti riuscire a risolvere.

Cosa fare se Google Maps perde il segnale GPS su Android: assicurati di stare in un luogo abbastanza aperto

Per ottenere la massima precisione, il GPS richiede la ricezione del segnale da un numero minimo di satelliti che tipicamente è di 4 o più. Pertanto, in ambienti aperti, senza ostacoli e con ampia visuale del cielo, il GPS è in grado di fornire le migliori prestazioni in termini di accuratezza della posizione. Nei luoghi in cui il segnale GPS è debole o assente, Google Maps non sarà in grado di determinare accuratamente la tua posizione e fornire indicazioni stradali affidabili. Alcuni esempi di casi per cui potresti avere difficoltà sull’uso del GPS con il tuo smartphone Android quando usi Maps, in quanto al telefono viene difficile agganciarsi ai satelliti o continuare a mantenere il segnale, sono:

  • In ambienti chiusi come edifici, gallerie, parcheggi sotterranei, ecc., i segnali GPS dei satelliti possono avere difficoltà nel riuscire a penetrare attraverso le strutture
  • Gli edifici alti delle città come i grandi palazzi, potrebbero bloccare i segnali GPS
  • La presenza di vegetazione fitta o foreste come alberi e fitto fogliame possono interferire con i segnali GPS
  • La presenza di perturbazioni atmosferiche intense, come forti piogge, neve o nebbia possono essere problematiche per il funzionamento del GPS

Dovresti quindi assicurarti di stare in un luogo aperto quando usi il GPS, solo in questo modo lo smartphone sarà in grado di agganciarsi ai satelliti senza ostacoli e di poter funzionare in maniera corretta. Se già ora stai però in un luogo sufficientemente aperto, ma il segnale GPS non funziona, passa allora alla soluzione successiva.

Cosa fare se Google Maps perde il segnale GPS su Android: assicurati di aver attivato correttamente la geolocalizzazione per l’app Maps

Se vuoi usare Google Maps è necessario attivare la geolocalizzazione, diversamente l’app non sarà in grado di portarti alla destinazione da te desiderata. Scorri il dito dalla posizione più alta dello schermo verso il basso e accertati che l’interruttore del GPS sia attivo. Se fosse disattivato il GPS, procedi con la sua attivazione premendo sull’apposito interruttore che dovrebbe colorarsi in genere. In alternativa puoi attivare il GPS andando su Impostazioni > Servizi di localizzazione > Attiva l’interruttore di fianco a Accedi alla mia posizione. Una volta attivato correttamente il GPS e agganciato il segnale dei satelliti, Google Maps dovrebbe essere in grado di portarti verso la meta che ti sei prefissato. Se il GPS fosse però già attivo, ma ricevi il messaggio che il segnale GPS è assente, passa allora alla soluzione successiva.

Cosa fare se Google Maps perde il segnale GPS su Android: assicurati di aver dato a Maps l’autorizzazione a poter conoscere la tua posizione

Per poter far svolgere a Google Maps la sua funzione di navigatore, è necessario che l’applicazione abbia i permessi per poter conoscere la tua posizione, in questo modo è possibile per il servizio comprendere dove sei in quel momento e può guidarti verso il luogo che hai scelto. Puoi sapere molto facilmente se Google Maps ha accesso alla tua posizione seguendo questi passaggi:

  • Tocca l’app Impostazioni del telefono
  • Vai su App seguito da Tutte le app
  • Potrai vedere adesso un elenco con tutte le applicazioni installate sul tuo smartphone. Cerca adesso Google Maps usando la barra di ricerca in alto oppure scorrendo le applicazioni disposte in ordine alfabetico. Quando trovi l’app Maps, toccala
  • Dovresti premere adesso su Autorizzazioni
  • Sotto Consentite, accertati che ci sia la voce Posizione. Se questa non sta sotto la sezione Consentite, ma sotto Rifiutate, è neccessario darle l’autorizzazione in questo modo: dalla sezione Rifiutate, premi su Posizione, quindi seleziona la voce Consenti solo mentre usi l’app (consigliato) o in alternativa puoi selezionare la voce Consenti sempreTorna indietro e dovresti trovarti la voce Posizione sotto la sezione Consentite
Cosa fare se Google Maps perde il segnale GPS su Android: disattiva il risparmio energetico del telefono

Disattivare il risparmio energetico sul tuo smartphone Android potrebbe aiutare a migliorare la ricezione del segnale GPS, questo perché il risparmio energetico potrebbe limitare l’attività in background del GPS e di altri servizi di localizzazione impedendogli di determinare rapidamente e accuratamente la tua posizione. Disattivando il risparmio energetico, il GPS dovrebbe essere in grado quindi di funzionare correttamente in background e fornire una posizione più precisa.

Per disattivare il risparmio energetico sul tuo smartphone Android, vai su:

  • Icona delle Impostazioni
  • Tocca quindi la voce Batteria
  • Da Risparmio energetico, devi ora deselezionare l’interruttore che si trova al suo fianco

Potrebbe essere utile anche mantenere l’opzione Ottimizzazione batteria disattivata per le app di navigazione che usi, come Google Maps appunto e in questo modo, dovrebbero migliorare le prestazioni del GPS sul tuo device. Per disattivare l’ottimizzazione della batteria per l’app Google Maps procedi in questo modo:

  • Tocca l’icona delle Impostazioni  del telefono
  • Vai su App > Tutte le app > Google Maps
  • Dalla schermata Informazioni app, devi adesso toccare la voce Batteria, quindi deselezionare l’ottimizzazione per l’app Maps e selezionare al suo posto l’opzione Senza restrizioni
Cosa fare se Google Maps perde il segnale GPS su Android: riavvia lo smartphone

Altra cosa che puoi fare se il GPS perde il segnale e risulta assente consiste nel riavviare lo smartphone Android. Riavviare uno smartphone Android comporta con il riavvio del sistema operativo, anche la chiusura di tutte le app aperte, una cosa utile per risolvere problemi di vario genere, come le app che non rispondono, errori di sistema o rallentamenti vari. Inoltre, il riavvio dello smartphone libera anche la memoria RAM del dispositivo e può quindi migliorare la fluidità dell’interfaccia. Se Google Maps ha problemi con il GPS che perde il segnale, un riavvio del dispositivo potrebbe facilmente risolvere il problema. Premi a lungo sul pulsante di Accensione / Spegnimento del dispositivo, quindi tocca l’icona per il riavvio del telefono. Quando lo smartphone si è riavviato da solo, accedi a Maps con il GPS attivo e vedi se ora ha ripreso a funzionare correttamente.

Cosa fare se Google Maps perde il segnale GPS su Android: aggiorna Google Maps

Google Maps potrebbe avere un bug che impedisce al GPS di rimanere sempre connesso e non da quindi modo al servizio di navigazione di poter funzionare correttamente. Questo bug potrebbe essere stato risolto con un nuovo aggiornamento rilasciato da Google per l’app Maps, quindi in tal caso ti basterà collegarti alla pagina Google Maps del Play Store e se è presente un nuovo aggiornamento procedi con il suo download. Una volta aggiornata l’app Maps, prova a verificare se riscontri ancora problemi con la perdita del segnale GPS.

Cosa fare se Google Maps perde il segnale GPS su Android: cancella la cache dell’app Maps

Potrebbe essere necessario anche cancellare la cache dell’app Google Maps se continua a perdere il segnale GPS. La cache è una memoria temporanea che viene utilizzata per salvare dati o informazioni frequentemente utilizzate dalle app e quando un’app viene avviata, il sistema operativo Android può accedere rapidamente alla cache per caricare dati come immagini, icone, file di configurazione e altro, invece che doverli scaricare nuovamente, in questo modo la cache può aiutare ad accelerare l’avvio delle app e migliorare le prestazioni del sistema. Tuttavia, se la cache diventa troppo grande o corrotta, può causare problemi come rallentamenti, blocchi e errori, per questo motivo, è importante svuotare la cache regolarmente, soprattutto se si notano problemi di funzionamento.

Se quando usi Google Maps riscontri problemi con la perdita del segnale GPS, puoi cancellare la cache dell’app in questo modo:

  • Accedi alle Impostazioni  del telefono
  • Vai quindi su App seguito da Tutte le app
  • Cerca e tocca l’applicazione Google Maps quando la trovi nell’elenco
  • Dalla schermata delle Informazioni dell’app dove dovresti trovarti adesso, premi su Memoria > Cancella cache

Adesso la cache si andrà a svuotare e si ricreerà da sola utilizzando l’applicazione Maps, rendendola più veloce e pronta quando la si utilizza. Se continui però a riscontrare problemi con il segnale GPS, potrebbe essere necessario cancellare anche i dati dell’app Google Maps. Questo comporterà però il reset dell’applicazione, quindi tutte le impostazioni che hai cambiato verranno resettate, così come i percorsi scelti in precedenza verranno cancellati, insomma l’app verrà resettata e quando vi accederai sarà come se fosse la prima volta che la utilizzi.

Per cancellare i dati dell’app Google Maps, non devi fare altro che seguire i passaggi già visti in questa sezione per cancellare la cache, ma stavolta invece di premere sul pulsante Cancella cache, dovrai premere sul pulsante con scritto Cancella dati.

Cosa fare se Google Maps perde il segnale GPS su Android: cancella gli ultimi aggiornamenti di Maps

Se ancora non hai risolto, potresti provare a rimuovere gli ultimi aggiornamenti dell’app Google Maps. Cancellando gli ultimi aggiornamenti di Maps potrai usare la versione che hai trovato installata sul tuo smartphone quando l’hai acceso per la prima volta dopo averlo comprato, quindi potrai verificare se il problema con il GPS è legato alla tua attuale versione di Maps o se dipende da altro. Se noti che cancellando gli ultimi aggiornamenti di Maps, il GPS funziona correttamente durante la navigazione le cause possono essere queste: o c’è un bug sull’ultima versione di Maps che hai installato oppure l’ultima versione di Maps non è compatibile al 100% con la tua versione attuale di Android.

Per cancellare gli ultimi aggiornamenti di Google Maps procedi in questo modo:

  • Vai su Impostazioni  quindi su App > Tutte le app > Google Maps
  • Dalla schermata Informazioni applicazione devi toccare ora l’icona con i tre punti che si trova nell’angolo in alto a destra per poter visualizzare il menu
  • Dal menu che appare seleziona la voce Disinstalla aggiornamenti

Prova adesso Maps e vedi se perde ancora il segnale GPS. Se ora funziona correttamente il navigatore, o il problema sta nell’ultima versione dell’app Maps o nella tua attuale versione del sistema operativo Android. Se vuoi verificare se è presente un nuovo aggiornamento per il sistema operativo Android segui la soluzione successiva.

Cosa fare se Google Maps perde il segnale GPS su Android: aggiorna il sistema operativo alla sua ultima versione rilasciata

Se la tua versione di Android attualmente installata non è compatibile al 100% con Google Maps potresti riscontrare dei problemi di funzionamento, come la perdita del segnale GPS o il mancato aggancio ai satelliti, ma puoi provare a verificare se c’è un nuovo aggiornamento da scaricare di Android e potenzialmente riuscire a risolvere il problema in questo modo. Potresti quindi avere una versione molto vecchia di Android e Google Maps potrebbe dare qualche problema come la perdita del segnale GPS, ma l’aggiornamento a una versione più recente di Android potrebbe facilmente risolvere il problema.

Per vedere se è presente una nuova versione di Android da scaricare ti basta seguire questi passaggi:

  • Accedi alle Impostazioni del telefono
  • Scorri verso il basso fino a Sistema e aggiornamenti
  • Tocca la voce Aggiornamento software
  • Esegui la scansione alla ricerca di un nuovo aggiornamento di Android. Se trovi un nuovo aggiornamento procedi con il suo download e installazione
  • Verifica ora se perdi ancora il segnale GPS usando Google Maps
Cosa fare se Google Maps perde il segnale GPS su Android: ripristina il dispositivo

Se il GPS non funziona correttamente sul tuo telefono Android e hai già provato le soluzioni viste sopra, il ripristino dello smartphone allo stato di fabbrica potrebbe essere la soluzione per risolvere il problema. Tieni presente però che questo cancellerà tutti i dati sul tuo dispositivo, quindi assicurati di eseguire un backup dei tuoi dati importanti prima di procedere, quindi una volta che hai ottenuto la tua copia di sicurezza vai nelle impostazioni del tuo smartphone, seleziona la voce Backup e ripristino e seleziona Ripristino dati di fabbrica. Segui le istruzioni sullo schermo per completare il processo di ripristino. Se anche dopo il ripristino il GPS continua a non funzionare correttamente, potrebbe essere necessario contattare l’assistenza tecnica del produttore del dispositivo in quanto potrebbe esserci un problema hardware sul telefono.

Cosa fare se Google Maps perde il segnale GPS su Android: conclusioni

Google Maps è molto utile sui dispositivi Android, ma a volte può perdere il segnale GPS e causare problemi nella determinazione della posizione. A volte tra le varie soluzioni, potrebbe bastare un semplice riavvio del telefono per impedire a Maps di perdere il segnale GPS, mentre altre volte potrebbe essere necessario accertarsi di aver concesso le giuste autorizzazioni e che sia aggiornata l’applicazione alla sua ultima versione disponibile. Questa guida ha raccolto tutte le soluzioni che hanno funzionato meglio con gli utenti che hanno riscontrato il tuo stesso problema, non ti rimane quindi che provarle per capire quale funziona meglio nel tuo caso. Alla prossima guida.

Pubblicità