Guide
Come alzare o abbassare il volume su uno smartphone Android senza usare i tasti fisici [GUIDA]

Pubblicità

I tasti fisici laterali che si trovano su uno smartphone Android, permettono di poter modificare facilmente il volume del dispositivo agendo su di essi per poter sollevare o abbassare l’audio. Se sul tuo smartphone si sono rotti i tasti per regolare il volume o poco ci manca e adesso non sai come modificarlo per sollevarlo o abbassarlo, devi sapere che ci sono diverse alternative che ti daranno modo di poter agire sulla regolazione del volume del dispositivo. Attraverso infatti il touch screen, l’utente avrà la possibilità di poter agire sul volume dello smartphone, anche se i tasti del dispositivo sono rotti e quindi non rispondono più a nessuna pressione. Vediamo quindi di seguito con questa guida come alzare o abbassare il volume su uno smartphone Android senza usare i tasti fisici.

Pubblicità

I tasti del volume che in genere si trovano sul lato destro di uno smartphone Android, sono molto comodi da utilizzare perché permettono di modificare con una leggera pressione il volume delle notifiche, delle suonerie, dei contenuti video ecc., ma se questi tasti fisici del dispositivo smettono di funzionare, l’utente potrebbe trovarsi spiazzato e andare nel panico in quanto potrebbe pensare che il volume non sia più modificabile. Fortunatamente però non è così, questo perché Android oltre a permettere la regolazione del volume tramite i tasti fisici, permette di poter sollevare o abbassare l’audio del telefono regolandolo tramite il touch screen. Vediamo quindi nel dettaglio come alzare o abbassare il volume su uno smartphone Android senza usare i tasti fisici con diverse soluzioni alternative.

Come alzare o abbassare il volume su uno smartphone Android senza usare i tasti fisici: modifica il volume dello smartphone dalle impostazioni del dispositivo
Pubblicità

Un modo abbastanza semplice che si può usare per modificare l’altezza del volume su uno smartphone Android, consiste nell’utilizzare i controlli che ci sono nelle impostazioni del dispositivo. Per riuscire a modificare i suoni su uno smartphone Android dalle impostazioni, ti basta seguire questi semplici passaggi:

  • Tocca l’icona delle Impostazioni del tuo telefono Android
  • Vai ora su Suoni e vibrazione
  • Dovresti visualizzare adesso i controlli per poter regolare individualmente i volumi di: Suoneria e notifiche, Sveglia, Musica, Chiamate. Procedi con la regolazione del volume, abbassandolo o sollevandolo secondo le tue preferenze
Come alzare o abbassare il volume su uno smartphone Android senza usare i tasti fisici: usa il pannello delle impostazioni rapide
Pubblicità

Si tratta di un metodo che prevede la regolazione del volume come quello visto sopra, solo che per accedere alla schermata con i controlli che si trova su Suoni e vibrazione, si farà uso del pannello delle impostazioni rapide. Per accedere al pannello delle impostazioni rapide, l’utente non dovrà fare altro che scorrere il dito dal punto più alto dello schermo verso il basso, quindi verranno mostrati tutta una serie di interruttori che possono servire per diversi scopi: per attivare il Wi-Fi, la connessione dati, il GPS e tra le tante altre cose, c’è un interruttore utile per silenziare il telefono o attivare la sola vibrazione, ma che se premuto a lungo permette di accedere direttamente alla schermata Suoni e vibrazione.

Procedi quindi come segue per regolare il volume dello smartphone tramite il pannello delle impostazioni rapide:

  • Dalla Home del telefono, scorri il dito sullo schermo dal suo punto più alto verso il basso e ti verrà mostrato il pannello delle notifiche con tutti gli interruttori
  • Premi a lungo sull’interruttore che ha come icona una campanella
  • Ti ritroverai in un attimo dentro alla schermata Suoni e vibrazione da cui potrai controllare facilmente il volume di Suoneria e notifiche, Sveglia, Musica, Chiamate secondo le tue preferenze
Come alzare o abbassare il volume su uno smartphone Android senza usare i tasti fisici: utilizza l’assistente vocale per regolare il volume del telefono
Pubblicità

Se usi un assistente vocale come Google Assistant o hai un telefono Samsung con Bixby, puoi usare i comandi vocali per regolare il volume del dispositivo sollevandolo o abbassandolo secondo le tue preferenze, anche in assenza dei tasti fisici dello smartphone. Come esempio prenderemo Google Assistant in quanto si trova su tutti gli smartphone Android che sono stati messi in commercio negli ultimi anni, quindi è decisamente più diffuso di altri assistenti vocali.

Per regolare il volume del telefono usando Google Assistant ti basterà seguire questi passaggi:

  • Come prima cosa ti dovresti assicurare che l’Assistente Google sia attivo sul tuo smartphone Android. Puoi farlo facilmente aprendo l’app Google toccando la sua icona 
  • Premi quindi sull’icona del tuo profilo di forma circolare
  • Tocca adesso la voce Impostazioni e successivamente Assistente Google. Se ancora non hai configurato il tuo Google Assistant, puoi farlo adesso seguendo le indicazioni che ti vengono mostrate sullo schermo
  • Una volta che Google Assistant è stato correttamente impostato per rispondere ai comandi vocali, ti basterà pronunciare la parola magica “Ok Google” seguita dal comando che vuoi impartire. In questo caso vuoi modificare il volume dello smartphone, quindi ad esempio ti basterà pronunciare a voce alta “Ok Google imposta il volume al 50%” oppure “Ok Google imposta il volume al massimo” e in automatico il volume del telefono verrà regolato come hai chiesto senza il bisogno di dover toccare niente

In alternativa, anche se trovo il metodo più scomodo rispetto a quello vocale, se non vuoi usare i comandi vocali con l’Assistente Google perché magari sei in un pubblico in mezzo alla gente e ti potrebbe creare imbarazzo, si può anche digitare il comando che si vuole impartire al telefono per regolare il volume alla quantità desiderata. Invece di pronunciare “Ok Google” seguito dal comando ogni volta, puoi semplicemente scorrere il dito dall’angolo inferiore dello schermo del tuo smartphone Android per avviare manualmente l’Assistente Google, quindi una volta fatto, potrai digitare il comando che ti permette di regolare il volume.

Come alzare o abbassare il volume su uno smartphone Android senza usare i tasti fisici: utilizza app di terze parti
Pubblicità

Utilizzando un’app di terze parti per Android, l’utente ha la possibilità di poter regolare il volume in maniera ugualmente semplice come già visto per i metodi di sopra. Se regolare il volume dalle impostazioni dello smartphone ti sembra che ti prenda troppo tempo e non ti piace nemmeno dover pronunciare i comandi vocali, in modo particolare quando ti trovi in pubblico, puoi provare a scaricare un’app di terze parti che permette di regolare il volume del tuo smartphone. Scaricando dal Play Store un’app di terze parti apposita per la regolazione del volume del dispositivo, lo potrai andare a modificare quando andrai a usare una qualsiasi applicazione, per farlo però sarà necessario sceglierne una tra le tante app presenti nel Play Store, quindi procedere con il suo download e installazione.

Tra le tante applicazioni che permettono la regolazione del volume dello smartphone senza dove agire sui tasti fisici abbiamo Assistive Volume Button. Vediamo come funziona per modificare il volume su uno smartphone Android con i tasti del volume non funzionanti:

  • Accedi innanzitutto al Google Play Store e cerca l’app Assistive Volume Button
  • Procedi con il download e installazione dell’app sul tuo smartphone
  • Tocca ora l’icona dell’app Assistive Volume Button e concedi il permesso richiesto di scrittura su altre app con l’attivazione dell’interruttore
  • Torna indietro all’app e consenti il permesso all’app per poter rimanere attiva in background
  • Adesso dovresti vedere due pulsanti virtuali alla destra dello schermo: uno con il segno + e uno con il segno che hanno la rispettiva funzione di sollevare o abbassare il volume dello smartphone
  • Agisci su questi pulsanti toccandoli con il dito per regolare a tuo piacimento il volume del tuo smartphone. Premendo inoltre a lungo su di essi, potrai spostarli su un punto dello schermo dove ti viene più comodo averli e dove non ti disturbano. Dall’app potrai inoltre fare diverse modifiche importanti, come la regolazione della grandezza dei pulsanti del volume, la loro trasparenza, il loro colore principale e tanto altro ancora.
Come alzare o abbassare il volume su uno smartphone Android senza usare i tasti fisici: conclusioni
Pubblicità

Quando i tasti fisici che servono per regolare il volume di uno smartphone si rompono, non pensare che rimarrai senza più la possibilità di poter regolare il volume del tuo telefono. Esistono infatti diversi metodi che permettono all’utente di poter regolare il volume del proprio dispositivo senza il bisogno di usare i tasti fisici. Questa guida ha raccolto tutti i metodi che hanno funzionato meglio con gli utenti che si sono ritrovati senza i tasti fisici dello smartphone da poter usare in quanto rotti o comunque non più perfettamente funzionanti. Non ti rimane quindi altro da fare che scegliere il metodo che più ti piace per poter regolare il volume del tuo dispositivo Android anche se i suoi pulsanti fisici hanno smesso di funzionare. Alla prossima guida.

Pubblicità

Questo sito Web utilizza i cookie inclusi quelli di profilazione e terze parti per raccogliere informazioni sulle visite, migliorare la navigazione e mostrare annunci pubblicitari pertinenti. Consulta la nostra pagina Privacy & Cookie Policy per ulteriori dettagli e visualizzare la lista dei fornitori pubblicitari o puoi accettare premendo sul pulsante Accetta.

Imposta quali cookie vuoi consentire o bloccare

Visitando questo sito web, potrebbero venire memorizzati o recuperate delle informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookie. Queste informazioni potrebbero riguardare te, le tue preferenze o il dispositivo con cui hai avuto accesso e vengono utilizzate principalmente per far funzionare il sito nella maniera corretta. Le informazioni rilevate attraverso i cookie non sono in grado di identificarti direttamente, ma servono per offrirti un'esperienza web più adatta al tuo profilo utente. Poiché rispettiamo il tuo diritto alla privacy, puoi scegliere dal pannello che troverai di seguito di non consentire alcuni tipi di cookie o solo alcuni di essi. Usa l'interruttore di fianco a ogni categoria di cookie per gestire le tue preferenze, usa però questa funzione con molta attenzione, infatti, tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire negativamente sulla tua esperienza sul sito e sui servizi che siamo in grado di offrire. Se vuoi che il sito in questione possa offrirti il massimo per quanto riguarda i suoi contenuti, dovresti accettare tutti i cookie, diversamente l'esperienza utente potrebbe peggiorare. Nel caso dovessi ripensarci, nel caso avessi impostato male la tua decisione su quali cookie rifiutare su questo sito, in qualsiasi momento potrai cambiare la tua scelta premendo sul link "Reset Cookie" che trovi a fondo pagina. La durata dei cookie è di 365 giorni a partire dal momento in cui vengono accettati dall'utente.

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire o rifiutare su questo sito web e una volta fatta la tua scelta, clicca sul pulsante "Salva le impostazioni sui cookie" per rendere effettiva la tua decisione.

FunzionaliIl nostro sito web utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per far funzionare il nostro sito web.

AnaliticiIl nostro sito Web utilizza cookie analitici per consentire di analizzare il nostro sito Web e ottimizzarlo allo scopo di migliorarne l'usabilità. Le visite tracciate sono anonime.

Social MediaIl nostro sito Web inserisce cookie di social media per mostrarti contenuti di terze parti come YouTube e FaceBook. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

Ads PersonalizzatiIl nostro sito web inserisce cookie pubblicitari per mostrarti pubblicità di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltroIl nostro sito web inserisce cookie di terze parti da altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.