Guide

Come cancellare la cache su Android [GUIDA]

Pubblicità

Ormai gli smartphone, in particolare i top di gamma hanno una memoria di archiviazione che permette di poterci far stare qualsiasi file di grosse dimensioni, senza pesare troppo sullo spazio disponibile. Ovviamente però con il passare del tempo questo spazio andrà ad esaurirsi sempre più, in quanto applicazioni, giochi, foto e video accumulandosi con il tempo andranno a saturare la memoria restante. Una delle ulteriori cause che provoca il riempimento della memoria dello smartphone è tutto l’insieme dei file che sono memorizzati nella cache ed è proprio di ciò che tratteremo in questa per Android. Fortunatamente però, è possibile cancellare facilmente i file contenuti nella cache del dispositivo e recuperare in questo modo dello spazio di archiviazione. Se sei interessato a sapere come cancellare la cache su Android, ti invito allora a continuare a leggere questa guida per scoprire come si fa.

Pubblicità

Ma cosa sono e a cosa servono più precisamente i file memorizzati nella cache? I file contenuti nella cache non sono una cosa negativa come potrebbe sembrare, anzi tutt’altro, sono molto utili in quanto permettono alle applicazioni e ai suoi contenuti di caricarsi prima quando vengono aperte, offrendo quindi all’utente un’esperienza d’uso migliore. Ad esempio, il browser che usi sul tuo smartphone, memorizza nella cache i file dei siti web per caricare quelle pagine in maniera più veloce la prossima volta che andrai a visitarle, allo stesso tempo, Android permette di usare la cache dell’applicazione che usi come browser, per poterla aprire nella maniera più rapida possibile dopo la prima volta che ne hai avuto accesso.

Con il tempo però, la dimensione e il numero di file contenuti nella cache aumentano sempre di più usando l’applicazione. Ciò porta quindi ad avere una cache, anche di grosse dimensioni, che con il tempo potrebbe raggiungere molto facilmente anche diversi gigabyte di spazio occupato. Se la cache è aumentata anche a causa delle applicazioni che hai installato ma non usi più o non usi più frequentemente come una volta, questi file contenuti nella cache si possono rimuovere, alleggerendo in questo modo lo spazio di archiviazione del telefono. È una buona idea cancellare i file della cache di Android con carenza settimanale o mensile a seconda dell’uso che se ne fa e ad esempio, chi ascolta spesso la musica e guarda frequentemente la TV in streaming, sarebbe meglio se cancellasse ogni settimana la cache, questo perchè si potrebbe accumulare anche un gigabyte o più di file cache ogni settimana a causa dello streaming.

Va detto che cancellare la cache su Android è un’operazione che non porta nessuna conseguenza sui dati, impostazioni, sul contenuto delle app. Tutto rimarrà invariato, solo che una volta che verrà cancellata la cache dell’app, questa impiegherà un po’ più di tempo al suo primo avvio, ma una volta che i file nella cache sono stati creati, l’applicazione si avvierà più rapidamente rispetto ala prima volta. Ma cosa si fa a cancellare la cache su Android? A seconda della versione di Android che si ha installata sul dispositivo, ci sono due opzioni che si possono usare per riuscire a cancellare i file della cache di Android. Purtroppo però, con Android 11 Google ha rimosso il metodo più semplice che permette di svuotare la cache per tutte le app insieme, ma che comunque funziona alla grande per gli utenti che hanno ancora installata la versione 9 di Android.

Come cancellare la cache su Android: come si procede sui dispositivi con Android 11 installato
Pubblicità

Iniziamo a vedere come cancellare la cache su Android 11 poiché è la versione più recente che è stata rilasciata da Google. Ti avviso che a seconda della quantità di applicazioni che hai installate sul dispositivo, il processo che permette lo svuotamento della cache potrebbe richiedere dai cinque ai dieci minuti o anche più a seconda del numero di app installate. Nel caso si abbiano installate una quarantina di app sul telefono, occorrono più o meno circa cinque minuti per poterle esaminare tutte e svuotare la loro cache. Ecco come procedere per cancellare la cache su Android 11:

  • Accedi alle Impostazioni dello smartphone tocca la voce Memoria
  • Tocca adesso la voce Altre app
  • Tocca un’app, quindi Cancella cache. Non toccare invece Cancella dati o cancellerai tutti i dati dell’app, come account, impostazioni, avanzamenti nei giochi e così via, riportandola a come quando l’hai aperta per la prima volta. Per saperne di più su cosa accade se si preme su Cancella dati, ti invito a leggere l’articolo che spiega proprio cosa succede se si cancellano i dati su Android in maniera più dettagliata
  • Ripeti la cancellazione della cache per ogni applicazione. La buona notizia è che questa procedura la dovrai seguire soltanto con le app che stai attualmente utilizzando. Se hai un’app che usi solo una volta ogni tanto, potresti svuotare la cache solo una volta ogni pochi mesi o a seconda del caso anche meno spesso. Controlla e svuota la cache delle applicazioni che utilizzi più frequentemente settimanalmente o mensilmente. Se poi un’app non la usi più perchè tenerla? Meglio cancellarla

Se questa procedura la trovi troppo lenta, in quanto si deve cancellare la cache singolarmente per ogni singola applicazione, si può fare uso delle applicazioni di terze parti per poter cancellare la cache in un colpo solo, ma di questo ne parleremo più avanti sempre in questa guida.

Come cancellare la cache su Android: come si procede sui dispositivi con Android 9 installato
Pubblicità

Vediamo adesso invece come cancellare la cache su Android 9. Su Android 9, diversamente da Android 11, non serve svuotare la cache per ogni singola applicazione, ma l’operazione verrà fatta in massa per tutte le applicazioni e premendo su un solo pulsante. Vediamo quindi come procedere:

  • Accedi alle Impostazioni del tuo dispositivo Android
  • Scorri le varie voci fino a Memoria, quindi accedici con un tocco
  • Premi sulla voce Libera spazio
  • Tocca File temporanei e file raw, quindi seleziona Dati memorizzati nella cache e premi in basso su Elimina

Così facendo su Android 9, riuscirai a cancellare tutti file contenuti nella cache di tutte le applicazioni in contemporanea e in un solo colpo. Tieni presente però, che questa funzione come già è stato detto, non è più disponibile sulla versione 11 di Android

Come cancellare la cache su Android: usa applicazioni di terze parti
Pubblicità

Se hai Android 11 e cancellare la cache per ogni applicazione, una per una ti annoia, puoi sempre fare uso di applicazioni di terze parti che sono perfette per poter ripulire la cache dei dispositivi Android, indipendentemente dalla versione del sistema operativo in uso. In genere, queste applicazioni che permettono di ripulire la cache sono in grado anche di poter ottimizzare e rendere più veloce il il dispositivo Android grazie alla presenza di altre funzionalità.

Disponibile anche per altre diverse piattaforme, CCleaner è sempre stata una delle applicazioni preferite dagli utenti per la pulizia della cache di uno smartphone. Non solo funziona bene per i dispositivi Android, ma sono tantissimi gli utenti che usano il software anche per il proprio PC con Windows per poterlo ripulire dai file temporanei, cookie, liberare la RAM e fare altro ancora. Per usare CCleaner, è necessario concedergli diverse autorizzazioni, infatti solo così l’app sarà in grado di poter scansionare il dispositivo fino in fondo ed eliminare tutti i file memorizzati che sono salvati nella cache. Di seguito, ecco come usare CCleaner:

  • Una volta scaricata e installata l’app CCleaner dal Play Store, ti basterà aprirla
  • Quindi una volta aperta l’app, inizierà la scansione del dispositivo per capire la quantità di memoria che è stata utilizzata
  • Premi sul “pulsantone” blu con scritto Inizia qui 
  • Ti verrà richiesto di dare l’autorizzazione per accedere al contenuto come foto, file multimediali e di altro tipo. Premi su Concedi l’accesso
  • Tocca la voce Consenti per permettere a CCleaner di accedere alle tue foto, file multimediali e ad altri file salvati sul dispositivo in uso
  • Una volta dato il permesso a CCleaner, si può toccare Esegui una scansione per rilevare file spazzatura, così facendo ti verrà indicato cosa può essere rimosso per poter liberare lo spazio di archiviazione. Attendi il termine della scansione
  • Premi sul pulsante Visualizza i risultati
  • Si aprirà adesso una nuova schermata chiamata Analisi di Pulizia Rapida. Troverai al suo interno due sezioni: una con i file sicuri da pulire e dove è presente la cache (sono già spuntate alcune voci che riguardano la cache presente nel telefono); un’altra sezione invece dove sono contenuti tutti i file la cui cancellazione è da valutare dall’utente (si potrebbero trovare al suo interno delle immagini ad esempio e non è detto che le si vogliano eliminare)
  • Per effettuare la pulizia, sarà sufficiente premere sul pulsante Completa la pulizia e di fianco a questa voce verrà riportato anche il quantitativo di KB, MB o GB che si andranno a liberare
  • Una volta eseguita la pulizia, l’utente verrà avvisato dei fatto che sono stati liberati tot KB MB o GB e verrà fatta una nuova scansione dove sarà indicata la percentuale di spazio di archiviazione utilizzato sul totale disponibile
  • Volendo adesso, l’utente può continuare passando alle risorse del dispositivo, premendo sul pulsante con scritto Vediamo
  • Verrà effettuata una scansione con la percentuale di memoria utilizzata e il numero delle app che sono in uso. Verrà chiesto quindi di arrestare le applicazioni in esecuzione in background per liberare memoria nel dispositivo. Premi su Visualizza app
  • Decidi se vuoi arrestare le app selezionate, rimuoverne o se vuoi aggiungerne altre

Questo è quello che si può fare per cancellare la cache su Android. Su alcune versioni del sistema operativo con il robottino verde è più semplice cancellare la cache direttamente dalle Impostazioni del telefono, mentre con Android 11 invece, lo svuotamento della cache è diventato più meccanico e noioso da eseguire. Si possono comunque usare app come CCleaner in questo caso o se preferisci anche altre applicazioni che svolgono sempre lo stesso compito. Alla prossima guida.

Pubblicità