Guide

Come condividere una connessione VPN su Android tramite Hotspot Wi-Fi

Oggi vedremo con questa guida come condividere una connessione VPN su Android tramite Hotspot Wi-Fi. La maggior parte degli smartphone Android permettono la condivisione dei propri dati mobili tramite hotspot e alcuni device di fascia alta come il Samsung Note 9 e il Google Pixel 3 permettono anche la condivisione della rete Wi-Fi tramite hotspot. Android però pone un limite per quanto riguarda la condivisione dei servizi VPN, anche se fortunatamente, come vedremo in questa guida, attraverso l’installazione di un’applicazione di terze parti sarà possibile condividere una connessione VPN su Android tramite Hotspot Wi-Fi. Questo permetterà all’utente di accedere ad esempio a contenuti con limitazioni geografiche su alcuni dispositivi come Chromecast e Roku in quanto tali device non hanno a disposizione un’opzione che permetta di modificare i DNS o di installare un’applicazione VPN. Vediamo quindi di seguito come si può condividere una VPN su Android.

Link Sponsorizzati

Per poter condividere una connessione VPN su Android tramite Hotspot WiFi è necessario che il dispositivo che si ha intenzione di usare per la condivisione sia dotato di permessi di Root attivi. Accertato di ciò, ti basterà seguire i seguenti passaggi:

  • Collegati al Google Play Store dallo smartphone rootato e scarica l’applicazione VPN hotspot
  • Una volta completata l’installazione, procedi all’apertura dell’applicazione e ti verranno richiesti i permessi di Root
  • A questo punto attiva i dati mobili o il Wi-Fi e attiva la tua app VPN, successivamente attiva l’Hotspot sempre sul telefono
  • Infine, vai all’app VPN e premi su “Hotspot Wi-Fi”. Ciò porterà alla creazione di una LAN wireless virtuale con un nome come “swlan0”. È necessario quindi toccare l’interruttore accanto ad esso per attivare l’hotspot VPN (nel caso dovessi ricevere un errore con riferimento al fatto che “Il processo creato non è una shell”, assicurati di aver fornito le autorizzazioni di root all’app VPN Hotspot
  • Adesso, devi collegare un altro dispositivo, come ad esempio il Chromecast, Roku o se preferisci anche un notebook all’Hotspot dello smartphone per poter utilizzare la sua rete VPN. Per il collegamento avrai lo stesso nome e credenziali Wi-Fi nativi
  • Una volta connesso all’hotspot mobile, vedrai comparire il tuo dispositivo nella scheda Client dell’app VPN Hotspot

Potrebbe capitare che anche se connessi non sia possibile navigare dal dispositivo. In questo caso, si può provare a modificare il server DNS in 8.8.8.8 o in qualsiasi altro server DNS pubblico. Si può provare anche a riavviare i dispositivi e tentare un nuovo collegamento alla VPN.

Link Sponsorizzati