Guide

Come accendere uno smartphone Android con il pulsante di accensione rotto

Pubblicità

Oggi con questa guida vedremo come accendere uno smartphone Android con il pulsante di accensione rotto. Lo smartphone ormai fa parte della nostra vita quotidiana, questo perché lo si usa per navigare in internet per tenersi informati con le news, ma è utile anche per rimanere in contatto con la gente grazie alle app di messaggistica istantanea; uno smartphone è utile anche per poter raggiungere un luogo sconosciuto con l’uso del navigatore integrato e fare tante altre cose utili. Insomma ormai riuscire a stare senza uno smartphone dopo che ci si è abituati al suo utilizzo è molto difficile proprio per via delle tante cose che ci offre per migliorare la nostra vita. Quando succede un guasto allo smartphone, come il fatto che si sia rotto il tasto di accensione, si va nel panico perché si pensa di non poter riuscire a usare il dispositivo se si dovesse spegnere e la paura è anche quella di poter perdere tutte le cose che sono state salvate nella sua memoria. Se ti trovi in questa situazione e nonostante ti metta a schiacciare il tasto di accensione, lo smartphone non vuole saperne di accendersi oppure hai paura di spegnerlo, le soluzioni che ho messo in questa guida potrebbero aiutarti a risolvere il problema.

Pubblicità

Il mancato funzionamento del pulsante di accensione di un telefono, può sembrare un ostacolo significativo e insuperabile, ma non deve per forza dire che il device non è più utilizzabile ormai e il mancato funzionamento del pulsante di accensione non significa per forza che il dispositivo sia da buttare e che tutti i tuoi dati salvati all’interno siano da ritenere ormai irrecuperabili. Se hai notato che il tasto di accensione del tuo smartphone Android non funziona e quando lo schiacci con il dito non succede praticamente nulla, non pensare subito al peggio. In questa guida ho messo diverse soluzioni da provare per poter accendere uno smartphone Android anche senza il pulsante che serve per accenderlo, così da poter riuscire a caricare la Home e utilizzare il telefono. Vediamo quindi come procedere sia nel caso che il telefono sia spento e quindi lo si deve accendere senza tasto e sia se lo smartphone è acceso ma lo si vuole riavviare senza il pulsante fisico che serve per accenderlo.

Come accendere uno smartphone Android con il pulsante di accensione rotto rimuovendo e inserendo nuovamente la batteria (solo per smartphone con cover posteriore e batteria removibile)

Gli smartphone con la cover posteriore che può essere rimossa, danno modo all’utente di poter accedere facilmente alla batteria del dispositivo. Su diversi smartphone è possibile rimuovere la batteria e così facendo, quando la si inserisce nuovamente il dispositivo si dovrebbe accendere, questo senza il bisogno di dover premere su alcun tasto di accensione. Purtroppo questo metodo non funziona con tutti gli smartphone Android, inoltre i dispositivi con batteria removibile sono ormai una rarità, ma se hai un telefono con questa caratteristica vale sicuramente la pena provare.

Come accendere uno smartphone Android con il pulsante di accensione rotto, premendo direttamente sullo switch su cui poggia il tasto (solo per smartphone con cover posteriore con i tasti integrati e removibile)

Questa soluzione si può usare solo con gli smartphone che sono dotati di una cover posteriore che ha il pulsante incorporato power che va a spingere sul piccolo switch di accensione del telefono e in questa immagine puoi vedere il tipo di cover posteriore che intendo, con i tasti di accensione e bilanciere del volume integrati. Il tastino presente nella cover che serve per accendere lo smartphone potrebbe essersi consumato e non essere preciso come un tempo o potrebbe essersi rotto, quindi anche se ci premi forte con il dito, non sarai comunque in grado di riuscire ad accendere il telefono.

Per accendere uno smartphone Android con il pulsante di accensione rotto, se noti che la cover posteriore che protegge la batteria, integra anche il pulsante utile per l’accensione del device, puoi rimuovere la copertura in modo che rimanga visibile lo switch su cui preme il pulsante presente nella cover.

Una volta rimossa la cover, aiutandoti con l’unghia del dito oppure con la punta di una matita non appuntita dovresti premere su questo switch dove poggia il tasto di accensione presente nella cover e se sei fortunato potresti riuscire ad accendere il telefono in questo modo.

Se il pulsante montato nella cover è rovinato, potrebbe comparire proprio questo problema e per non rimanere sempre smontando la cover, puoi riuscire a risolvere facilmente comprando una nuova copertura posteriore dello smartphone con il pulsante nuovo incorporato e tutto dovrebbe risolversi molto velocemente in questo modo. Puoi leggere anche quest’altra guida provata su Xiaomi Redmi Note e che ha funzionato usando questa soluzione.

Come accendere uno smartphone Android con il pulsante di accensione rotto da Recovery mode (solo per Recovery Mode funzionanti tramite touch)

Un’altra soluzione che ti consiglio di testare è quella che prevede l’accesso alla Recovery Mode per poter accendere uno smartphone con il tasto di accensione non funzionante, ma attenzione questo sistema non funziona con una Recovery stock. Per accedere alla Modalità Recovery è necessario premere una combinazione di pulsanti tra cui c’è sempre il pulsante power di accensione di mezzo (puoi trovare le combinazioni per differenti device sulla guida su come accedere alla recovery mode), ma in questo caso il tasto che serve per accendere il telefono non funziona. Per poter sfruttare questa soluzione è necessario avere installata una Recovery in cui vengono usati i tocchi sul touch screen per le selezioni, come la ClockworkMod Touch Recovery.

Normalmente, dalla Modalità Recovery stock è possibile accedere a tutta una serie di funzioni nascoste, tra cui è presente anche il riavvio del dispositivi e ciò ti permetterebbe di accedere alla Home del telefono, ma per riuscire a selezionare queste voci visibili solo da Recovery è necessario usare il bilanciere del volume per andare su e giù, mentre per dare la conferma per la scelta fatta serve il pulsante di accensione (che ora non funziona). Qui l’esempio della recovery per MIUI che richiede l’uso dei tasti fisici Volume + e per la selezione e il pulsante Power per confermare

La particolarità della ClockworkMod Touch Recovery è proprio che si tratta di una Recovery in grado di funzionare tramite touch e quindi non ha bisogno dei tasti fisici per selezionare e confermare le scelte, conseguentemente se hai sostituito la Recovery originale con la CWM Touch o altra Recovery che funziona allo stesso modo potrai riuscire a riavviare e usare il dispositivo perché viene caricata la Home del telefono dopo aver toccato la voce Reboot.

Ma vediamo come procedere (prima di iniziare assicurati di conoscere bene quali sono i tasti necessari per accedere alla modalità Recovery sul tuo modello specifico di smartphone). Se nel tuo smartphone Android per accedere alla Recovery si deve premere la combinazione Pulsante d’accensione + Volume Alto sicuramente non potrai mai accedervi se il pulsante di accensione non funziona, ma c’è questo trucchetto che ora ti svelo e che puoi usare per visualizzare la Recovery mode: con il telefono che è spento, tieni premuto il pulsante Volume Alto e collega adesso il caricabatteria come se dovessi mettere il device in carica (in alternativa puoi collegare il telefono alla presa USB del computer). A questo punto il telefono si dovrebbe accendere e subito dopo mostrarti la Recovery Mode. Se qui puoi selezionare le voci con il tocco, ti basterà selezionare Reboot > Reboot to System e il dispositivo si riavvierà, facendoti accedere alla Home del telefono.

Cosa fare però se accedi alla Recovery mode ma il touch non risponde perché le selezioni si possono fare solo usando i tasti fisici? E se hai sbagliato il pulsante del volume da premere e sei entrato in Fastboot? In queste situazioni se hai la possibilità rimuovi la batteria del telefono se è estraibile per spegnerlo, altrimenti se questo non ti è possibile, devi attendere che il dispositivo scarichi la batteria e si spenga per uscire dalla Recovery mode.

Come accendere uno smartphone Android con il pulsante di accensione rotto: riavvia il telefono senza tasto

Ora che hai il telefono acceso, potrai recuperare tutti i files in un backup e se lo ritieni necessario portare il telefono in assistenza per la sua riparazione se non sei in grado di ripararlo da solo (e oltretutto non è sempre detto che si possa riparare), ma se ancora volessi tenere il dispositivo in queste condizioni, puoi usare degli escamotage per poter aggirare il tasto d’accensione power che si è rotto nel caso sia necessario il suo riavvio. Potrai inoltre utilizzare uno tra i diversi widget di terze parti che permettono lo spegnimento dello schermo senza toccare il tasto di accensione e l’accensione dello schermo per “risvegliarlo” dallo standby, potresti ottenerla invece tramite i pulsanti del volume. Alcuni device permettono di svolgere queste operazioni direttamente dalle impostazioni del telefono, quindi senza dover aggiungere alcuna app esterna. Ti ricordo poi che con il tasto di accensione del telefono che non funziona non ti sarà possibile spegnere il device normalmente, ma potrai però riavviarlo, per fare ciò, se il firmware non lo permette dalle opzioni, potrai usare apposite applicazioni per il reboot, anche se potrebbe essere necessario a seconda di quella che scegli avere i permessi di Root attivi.

Tra le applicazioni disponibili sul Play Store, una che permette di poter riavviare facilmente il dispositivo senza il tasto di accensione è Origin Power – Soft Shutdown, un’app per smartphone Android molto semplice da usare, pensata proprio per gli utenti che hanno un telefono con il tasto di accensione rotto e che per riavviare il telefono non necessita dei permessi di Root.

Ecco come funziona Origin Power – Soft Shutdown per riavviare un telefono con il tasto di accensione non funzionante:

  • Scarica l’applicazione dal Play Store sul tuo telefono
  • Apri quindi l’app dopo che è stata installata
  • Premi su OK quando ti viene chiesto il permesso per accedere alla schermata Accessibilità

  • Adesso da Accessibilità devi selezionare dalla sezione Servizi scaricati la voce Origin Power

  • Tocca 0ra l’interruttore che si trova di fianco a Origin Power e successivamente su OK

  • Adesso vai nella schermata Home del tuo smartphone e tocca l’icona dell’app Origin Power

  • Potrai notare ora che senza dover premere sul tasto di Accensione / Spegnimento del telefono ti verrà mostrata la schermata da cui puoi toccare il pulsante per riavviare il telefono (attento a non premere sul pulsante per spegnerlo)

Come accendere uno smartphone Android con il pulsante di accensione rotto: conclusioni

Siamo arrivai alla conclusione di questa guida su come accendere uno smartphone Android con il pulsante di accensione rotto e come avrai potuto vedere le possibilità di poter accedere alla schermata Home di un telefono con il tasto che serve per accenderlo non funzionante sono davvero limitate. Abbiamo visto anche come sia possibile con un’apposita applicazione, riuscire a riavviare il dispositivo senza alcun pulsante di accensione. Se non riesci però a risolvere il problema che stai affrontando con il pulsante di accensione e non riesci in nessun modo ad accendere il telefono per caricare la sua Home, l’unica cosa che potrai fare è rivolgerti a un professionista presso un centro assistenza dove riparano smartphone e qui potrai valutare se affrontare o meno la spesa (sempre che sia riparabile) o se sia più conveniente passare a un nuovo telefono. Alla prossima guida.

Pubblicità